Mancata approvazione regolamento mercato ortofrutticolo. L’Amministrazione amareggiata critica: “Puro protagonismo da parte dell’opposizione”

Al termine dei lavori consiliari profonda delusione anche tra gli operatori del mercato presenti ieri sera in alula

145
-Pubblicità-

SCICLI – Al termine di una lunga e articolata discussione, il consiglio comunale di Scicli, per volere delle forze politiche di opposizione all’amministrazione comunale (Forza Italia, Cinque Stelle, Scicli Bene Comune, Pd, e delle consigliere Buscema e Trovato) non ha votato il nuovo Regolamento del mercato ortofrutticolo di contrada Spinello a Donnalucata. La gestazione dell’importante documento regolamentare è durata più di un anno, con revisioni, emendamenti, modifiche apportate in numerose riunioni di commissioni consiliari ad hoc convocate. Pur dopo una attenta, approfondita, dibattuta analisi, stasera, il consiglio comunale ha votato in numero di sette consiglieri contro sette (assente Mario Marino, che ha abbandonato l’aula prima della votazione, mentre il consigliere Scala si era dichiarato potenzialmente incompatibile) per la non approvazione del documento.

Nella foto l’assessore Viviana Pitrolo

Purtroppo, per una scelta di mera strumentalizzazione, tesa a misurare in uno stupido braccio di ferro la forza politica, -dichiara l’assessore allo sviluppo economico Viviana Pitrolo- non è stato varato uno strumento che serve all’economia della città, e al comparto agricolo in crisi. Ci chiediamo cosa sia importante per questi rappresentanti dei cittadini: dare risposte a reali esigenze della comunità, o misurare la forza dei numeri in un inutile muro contro muro”. “Amarezza massima, i consiglieri di opposizione si sono astenuti, evitando di onorare il voto e di dare sostanza al proprio mandato politico. Sorprende l’atteggiamento del consigliere Bruno Mirabella, che ha rimangiato tutto quanto detto e fatto in commissione consiliare”. Tra il pubblico molti operatori del mercato, che hanno manifestato, a chiusura dei lavori consiliari, la loro profonda e grave amarezza per l’incapacità dei consiglieri di superare la logica sterile delle appartenenze in favore del superiore interesse di Scicli e degli sciclitani.

Nella foto il sindaco di Scicli Enzo Giannone

Chiedo scusa agli operatori economici che in questi mesi hanno concertato il nuovo regolamento con l’amministrazione -conclude il sindaco Enzo Giannone-. Noi ascoltiamo tutti, e facciamo le cose in ragione di un programma votato dai cittadini”.