Pallamano: l’Agriblu Scicli fa tre su tre, battuto anche il Cus Palermo

Biancazzurri a punteggio pieno in questo avvio di campionato Regionale di serie B

122
-Pubblicità-

AGRIBLU SCICLI 35

CUS PALERMO 24

Agriblu Scicli: Iacono F. – Lo Re G. – Ammatuna L. – Manno G. (6) – Lima S. (1) – Piscopo A. (9) – Magnifico A. (3) – Causarano S. (2) – Aragona A. (11) – Iurato F. – Occhipinti G. – Causarano M. (1) – Gulino R. (1) – Carbone M. – Ciavorella G. – Tabaku F. (1)
Allenatori: Roberto Accardo e Agostino Tilotta

Cus Palermo: Esposito M. (3) – Intravaia P. – Lopes A. – Mondello M. (1) – Pupillo F. (3) – Santamaria G. (2) – Lo Re A. – Acieri A. – Artale E. (7) – Guardi E. (1) – Testa G. (3) – Guggino C. (2) – Sciume’ G. – Spoto P. (1) – Vitale A. – Daniele F.

Allenatore: Ignazio Aragona

Arbitri: Carmelo Boncoraglio di Ragusa E Nunzio Bertino di Acate

Ammoniti: Aragona e Lima (Scicli); Aragona, Esposito, Artale e Testa (Cus Palermo)

PALLAMANO – Partenza sprint in campionato di serie B maschile per l’Agriblu Scicli. I biancoazzurri, guidati dal duo Accardo-Tilotta, mettono a segno il terzo successo consecutivo mandando un forte messaggio alle altre pretendenti per la vittoria del girone, Un’Agriblu Scicli che vince e convince contro un ben organizzato Cus Palermo reduce dal successo casalingo contro l’Handball Messina.

Match dal sapore speciale per gli Aragona: da una parte il figlio Alessandro, giocatore dell’Agriblu Scicli, e dall’altra il padre Ninni, tecnico del Cus Palermo. Agriblu Scicli e Cus Palermo hanno dato vita ad un match tosto e combattuto, soprattutto dal punto di vista fisico, ma sostanzialmente corretto che vede 6 ammonizioni e ben 9 espulsioni da due minuti. Partenza a rilento per le due compagine con il punteggio che si sblocca dopo cinque minuti. A passare in vantaggio sono gli ospiti con Esposito, bravo a trasformare un rigore. Il Cus Palermo gioca bene ma l’Agriblu Scicli riesce a ristabilire la parità (4-4) con le segnature di Piscopo e Aragona. I biancazzurri, forti di aver riacciuffato la parità, danno una scossa al match: l’Agriblu Scicli allunga sugli avversari e chiude la prima frazione di gioco sul 18 a 7, grazie anche ad una bella prestazione degli estremi difensori Iacono e Lo Re. Ripresa senza storia con gli sciclitani sempre attenti, nonostante i tentativi dalla panchina del Cus Palermo di trovare soluzioni in attacco. Nel finale di gara il cospicuo vantaggio accumulato dallo Scicli sugli avversari dà al duo Accardo-Tilotta la possibilità di dar spazio ai ragazzi delle giovanili: Tabaku, Ciavorella, Occhipinti e Iurato prendono il posto dei più esperti Lima, Manno e Magnifico. La gara si chiude con perentorio 35 a 24 a favore dell’Agriblu Scicli.