Pallamano: derby dalle mille emozioni tra Ragusa e Agriblu Scicli

Al pala Parisi finisce in parità (23-23)

115
-Pubblicità-

PALLAMANO RAGUSA 23

AGRIBLU SCICLI 23

Pallamano Ragusa: Tasca R. – Schembari D. – Ballaera D. (3) – Criscione P. (2) – D’alberti F. (5) – Ficili C. – Girasa S. (1) – Licitra G. – Malfitano F. (2) – Ottaviano M. (4) – Raniolo G. (5) – Scarnato M. – Schembari E. – Donzella B. (1) – Giummarra G. – Gulino L. Allenatore: Rosario Cappello

Agriblu Scicli: Iacono F. – Manno G. (3) – Lima S. (2) – Iurato F. – Magnifico A. (1) – Causarano S. – Aragona A. (14) – Aprile A. (1) – Causarano M. – Parisi Assenza E. (1) – Carbone M. – Maggio V. – Gulino R. (1) – Occhipinti G. – Ciavorella G. Allenatori: Roberto Accardo e Agostino Tilotta

Arbitri: Carmelo Boncoraglio di Ragusa e Angelo Castagnino di Siracusa

Ammoniti: Criscione, D’Alberti e Ficili (Ragusa) – Accardo, Lima, Manno e Causarano S. (Scicli)

PALLAMANO – Un derby dalle mille emozioni quello andato in scena al pala Parisi che ha visto di fronte i padroni di casa della Pallamano Ragusa e l’Agriblu Scicli. Finisce in parità (23-23) una gara intensa e combattuta nel corso della quale nessuna delle due squadre è riuscita ad imporsi sull’altra. Nonostante il mezzo passo falso l’Agriblu Scicli mantiene il contatto con la vetta della classifica distante solamente un punto. A giocare a sfavore degli uomini del duo Accardo-Tilotta la poca incisività sotto porta determinante per l’esito finale della gara. A portarsi per prima avanti l’Agriblu Scicli, con Aragona, subito raggiunta dal Ragusa che riporta il risultato sulla parità. Una prima parte di gara dai ritmi blandi con gli sciclitani che faticano ad alzare i ritmi di gioco. Ad approfittarne gli avversari che si portano avanti col risultato (4-3). Gara che mantiene un andamento equilibrato col Ragusa che prova un allungo sugli sciclitani (8-6). L’Agriblu Scicli non si fa intimidire dai padroni di casa, pareggiando i conti di nuovo con Aragona (top scorer del match con 14 reti) che di forza trascina i biancazzurri. Ma i padroni di casa, bravi a riprendere in mano le redini del gioco, riescono a chiudere in vantaggio la prima frazione di gioco (13-12). Inizio della ripresa che vede gli sciclitani riportarsi in parità. Una gara che da qui in poi srà condizionata dalle espulsioni da due minuti per entrambe le squadre. Testa a testa fino al termine del match tra le due compagini con l’Agriblu Scicli che più volte spreca numerosi occasioni per chiudere una gara che rimane invece aperta (18-20). Il Ragusa agguanta il pari.

Nella foto il portiere dell’Agriblu Scicli Franco Iacono

Finale di gara con gli estremi difensori protagonisti: in particolare lo sciclitano Iacono bravo a neutralizzare, a pochi minuti dal termine, il rigore che poteva dare la vittoria del derby al Ragusa. L’Agriblu Scicli nelle battute finali del match prova a fare sua la gara con Aragona che manca di poco il gol partita. Il risultato finale è di 23-23.