“Controllo capillare dei centri scommesse che operano nel territorio comunale e degli internet point”

L'amministrazione comunale prosegue l'azione per il rispetto della legalità

410
-Pubblicità-

SCICLI – Prosegue l’azione della Giunta Giannone per fare rispettare, in tutti gli ambiti sociali della città, la legalità. L’ultimo atto compiuto dall’amministrazione comunale ha riguardato la risoluzione del contratto con la ditta che gestiva la raccolta dei rifiuti nel territorio di Scicli “per gravi inadempienze contrattuali”. Nell’ambito di questo percorso si inserisce ora un’attività di controllo capillare dei Centri scommesse che operano nel territorio comunale e degli internet point, considerati ambiti ‘sensibili’ “dove possono allignare attività illecite”. La revoca del contratto alla ditta di rifiuti segue altre importanti azioni compiute in precedenza. “E’ stata revocata, per assoluta insolvenza -si legge in una nota del Comune-, una concessione a uno dei venditori di pesce al mercato ittico di Donnalucata, mentre gli altri concessionari, dopo l’azione di controllo e verifica dell’amministrazione, hanno sanato la loro precedente situazione debitoria con l’Ente, pagando e rateizzando il canone di locazione. Stessa azione di controllo -prosegue la nota del Conune- è stata compiuta al mercato ortofrutticolo di contrada Spinello a Donnalucata, dove i concessionari sono stati invitati a regolarizzare in tempi certi la loro posizione debitoria con l’Ente rispetto ai canoni annuali dovuti. Numerosi sono i controlli compiuti dalla Polizia Locale nei mercatini e nelle fiere rionali, con sanzioni nei confronti degli abusivi e di quanti non hanno una status amministrativo in regola con la legge. Ad alcuni ambulanti, che non avevano mai pagato il corrispettivo dovuto, è stata revocata la licenza. In questo senso, l’azione tesa al recupero delle tasse non pagate, che ha registrato purtroppo l’ostilità politica di una parte del consiglio comunale -prosegue l’amministrazione Giannone-, va nella direzione del ripristino delle condizioni di legalità in un settore, quello della riscossione, anch’esso permeabile ad abusi e privilegi”. Il documento del Comune parla anche di azione di contrasto ai fenomeni malavitosi. “Il Comune ha anche stilato-conclude il comunicato stampa- una mappa dei luoghi in cui più alto è il rischio di diffusione di fenomeni criminali, in un atteggiamento di collaborazione con altre amministrazioni dello Stato, in un’ottica di implementazione del controllo del territorio e di repressione dei fenomeni malavitosi“.