Scicli assente dal Calendario regionale eventi turistici 2019, il consigliere Giannone punta l’indice contro l’amministrazione

Il consigliere forzista: “Sprecata l’ennesima occasione per valorizzare le bellezze della nostra città”. L’amministrazione replica: “Fatto quanto in nostro dovere”

320

SCICLI – L’assenza di Scicli dal Calendario regionale 2019 delle “Manifestazioni di grande richiamo turistico”, diramato lo scorso 6 dicembre dall’assessorato regionale al Turismo, ha provocato un botta e risposta tra il consigliere Enzo Giannone e l’amministrazione comunale. Il mancato inserimento della città all’interno del programma, che annovera ben 45 ricorrenze fra sagre, feste religiose ed eventi sparsi in tutta la Sicilia, ha destato profonda delusione nel consigliere forzista Giannone il quale polemizza sull’operato dell’amministrazione nel valorizzare le bellezze del territorio.

Con rammaricoafferma il consigliere Enzo Giannonerilevo l’assenza di ogni riferimento al comune di Scicli, che da solo, potrebbe offrire eventi di ogni genere ed assolutamente degni di adeguata considerazione. Occorre tornare indietro al 2008 –prosegue Giannone– sotto l’amministrazione Venticinque, nella quale, ricoprivo la carica di assessore, per trovare un evento sciclitano (madonna delle milizie) inserito nel calendario regionale dei grandi eventi”. L’assenza della città nel Calendario Regionale delle manifestazioni turistiche 2019 viene analizzata dal consigliere forzista Giannone come “l’ennesima occasione persa per veicolare le proprie bellezze ed usufruire –conclude Giannone- di fondi regionali che, in questo momento, rappresenterebbero una boccata d’ossigeno per l’intero indotto”. A ribattere su quanto affermato dal consigliere di opposizione Giannone l’amministrazione comunale attraverso la diffusione una nota stampa. E’ la mancata inclusione della Festa della Madonna delle Milizie nel Calendario regionale delle manifestazioni di grande richiamo turistico l’argomento sul quale il Comune si sofferma maggiormente.

L’Amministrazione Comunale di Scicli, -si legge nella nota- per il tramite dei propri uffici, ha trasmesso nei tempi di legge l’istanza per la conferma della manifestazione nel Calendario il 10 settembre 2018. Altresì, il Comune ha chiesto l’inclusione nel medesimo calendario delle feste religiose di San Giuseppe e della Pasqua, nonché della manifestazione di grande richiamo turistico denominata “Taranta Sicily Fest”. L’amministrazione aggiunge: “Altro è l’istanza ai sensi della circolare assessoriale 15-43 del 2015, relativa alle somme erogate dalla Regione per le manifestazioni turistiche promosse ai sensi della Legge regionale 2 del 2002. Anche in questo caso, il Comune ha prodotto la richiesta, in data 27 febbraio 2018, al fine di ottenere il co-finanziamento della Festa della Madonna a Cavallo. L’amministrazione chiude il suo intervento affermando che “nulla può essere imputato al Comune per scelte palermitane dove altri sono gli interlocutori e le logiche”.