Scicli: il Consiglio approva il Bilancio, Modica paga il rateo 2018 per l’uso di San Biagio

Intervento dell’assessore comunale Giorgio Vindigni

339
-Pubblicità-

SCICLI – Il Consiglio comunale ha approvato il bilancio di previsione 2018/2020, importante documento finanziario atteso da tempo. L’approvazione dello strumento finanziario consentirà nell’immediato di avviare i pagamenti dei debiti pregressi, e di porre attenzione al settore sociale.

Nella foto il sindaco di Scicli Enzo Giannone

L’approvazione del bilancio 2018-2020ha detto il sindaco Enzo Giannoneconsentirà un miglioramento dell’organizzazione dell’ente. Grazie a questo documento contabile il Comune potrà dare risposte alle istanze del territorio”. Ed intanto, all’indomani dell’approvazione del Bilancio previsionale, è intervenuto l’assessore l’asessore al Bilancio Giorgio Vindigni.

Nella foto l’assessore Giorgio Vindigni

In un comunicato stampa Vindigni scrive che “Il Comune di Modica ha onorato l’obbligo di saldare per l’anno 2018 il suo debito, per l’uso della discarica di San Biagio, oggetto di transazione sottoscritta dalla triade commissariale con il nostro comune”. Vidigni si sofferma sull’importanza per la città di avere approvato i documenti economici finanziari (Conto consuntivo 2017 e Bilancio pluriennale di previsione 2018/2020). “Sono stati approvati -aggiunge Vindigni- nel quadro di un serio e sano rapporto dialettico con le opposizioni in consiglio comunale, continuando in quella logica del risanamento dei conti che quest’amministrazione, con il lavoro diuturno dell’assessore Giorgio Vindigni, sta portando avanti senza soste. Non nutrivamo dubbi sul pagamento e sulla solvenza del Comune di Modica. Sul rispetto della transazione abbiamo avuto dialoghi continui nell’ambito di un confronto sostenibile e civile come si deve tra due comuni limitrofi che sono assillati, purtroppo, dagli stessi problemi. La tolleranza usata -conclude l’assessore Vindigni-, alla verifica dei fatti, è stata ben riposta e ben impiegata con il saldo del debito prima che l’anno finisse”.