“Il futuro del turismo a Scicli? Occorre cercare soluzioni per il post Montalbano”

Intervento congiunto di Fi Giovani e della Consigliera comunale Indipendente Marianna Buscema

582
-Pubblicità-

SCICLI – Il turismo locale continua a viaggiare sulla cresta dell’onda spinto con forza dal fenomeno ‘Montalbano’. Dati alla mano Scicli, negli ultimi vent’anni, grazie alla fiction, ha compiuto uno straordinario passo in avanti, collocandosi tra le mete più gettonate della Sicilia sud-orientale. Ma qualcuno in città comincia già a proiettarsi in avanti, riflettendo su quella che potrebbe essere Scicli nel dopo ‘Montalbano’. Forza Italia Giovani e la Consigliera comunale Indipendente Marianna Buscema mettono sul tavolo alcune di quelle che potrebbero essere soluzioni valide per alimentare, nei prossimi anni, il settore turistico in città.

Nella foto Marianna Buscema

Riteniamo non più procrastinabile –esordiscono Fi Giovani e Marianna Buscema- una riflessione sul futuro turistico della nostra splendida Scicli, vero e proprio gioiello Unesco dell’area iblea”. Una riflessione necessaria, stando quanto dichiarato da Fi Giovani e dalla consigliera Buscema, “che va effettuata –si legge nella nota– da parte della politica e degli amministratori, oltre che per la Città in generale, per i ristoratori, i titolari delle strutture ricettive, i commercianti, gli artigiani e gli operatori turistici locali”. Fi Giovani e la Consigliera Buscema propongono di ‘scovare in casa’ un altro fenomeno ‘Montalbano’, attraverso la valorizzazione delle bellezze monumentali e archeologiche di Scicli. “La prima proposta che sentiamo di urgente applicazioneaffermano Fi Giovani e Buscema- è la Consulta per il Turismo, già presente in alcuni Comuni della Provincia”. I giovani forzisti e Buscema proseguono il loro intervento ribadendo l’importanza rivestita dalla Consulta per il Turismo “Si tratta –affermano Fi giovani e Buscema- di un prezioso strumento partecipativo con il quale le associazioni di categorie e gli amministratori possono stabilmente confrontarsi ed assumere le più utili e condivise decisioni in materia di sviluppo turistico ed economico della Città e delle Borgate”. Affinchè la Consulta possa ottimamente svolgere le proprie funzioni è necessario che “il regolamento di tale organo –aggiunge la nota- venga redatto in uno spirito di collaborazione tra Maggioranza, Opposizione ed associazioni di categoria”.

Nella seconda parte del loro intervento Fi Giovani e Marianna Buscema vedono nel recupero e nella valorizzazione del sito archeologico di “Chiafura” un gioiello ancora tutto da tirare a lucido. “Le Grotte di Chiafura -rilevano Fi Giovani e Buscema- se opportunamente recuperate e valorizzate, potrebbero diventare i nostri ‘Sassi di Matera’, ovvero una remunerata, tutelata ed invidiata meta turistica regionale e nazionale. Attualmente, il sito non appare molto curato, tra erbacce che invadono i sentieri e le inguardabili, nonché abbandonate da tempo, impalcature di ferro”. Tali potenziali soluzioni, presentate da Fi Giovani e la Consigliera comunale Indipendente Marianna Buscema, “sono solo alcune –chiude la nota- di quelle che si potrebbero mettere in campo per impedire un possibile declino turistico ed economico di Scicli”.