Scicli: una città senza barriere, compiuto un altro step

Il Comune acquista due montascale mobili a cingoli

326
-Pubblicità-

SCICLI – Passi avanti da parte dell’Ente locale in termini di accessibilità. In questi anni è tanta l’attenzione rivolta dall’amministrazione ai cittadini affetti da disabilità motorie, con il chiaro intento di eliminare, o quanto meno ridurre al massimo i disagi legati alla presenza di barriere architettoniche negli spazi pubblici e nei siti comunali. A testimoniare tale volontà l’acquisto di due montascale mobili a cingoli, effettuato da parte del Comune di Scicli, di cui saranno dotati Palazzo Comunale e palazzo Spadaro al fine di garantirne una loro migliore fruizione. Trattandosi di dispositivi mobili, tali attrezzature potranno essere anche installate presso altri siti comunali senza procedere a modifiche strutturali o altre particolari opere di adeguamento.

Nella foto l’assessore Caterina Riccotti

Guardiamo sempre con molta attenzione –dichiara l’assessore Caterina Riccotti- alle necessità dei cittadini affetti da disabilità motorie. Tanto è stato fatto in questi mesi in termini di politiche sociali. Dalla costituzione dell’Osservatorio civico sulle barriere architettoniche all’attivazione del secondo doblò destinato al servizio della mobilità garantita, acquistato grazie alla collaborazione con Pmg Italia Spa e di tante imprese di Scicli. L’intento di questa amministrazione, come ribadito più volte, -chiude l’assessore Riccotti- è quello di rendere Scicli una città accessibile a tutti procedendo all’eliminazione delle barriere architettoniche”.