Coppa Sicilia: l’Agriblu Scicli pronta a difendere il titolo conquistato lo scorso anno

Sabato prossimo al via le Final Four, domenica la finale del torneo

154

PALLAMANO – Agriblu Scicli, Girgenti, Aretusa e Albatro Siracusa, sono le ‘magnifiche quattro’ pronte a contendersi la seconda edizione di Coppa Sicilia, di scena sabato prossimo a Siracusa. Tutto pronto quindi per le Final Four che metteranno di fronte l’Albatro Siracusa contro la Pallamano Aretusa, in un derby tutto siracusano, e l’Agriblu Scicli, detentrice del trofeo, contro la Pallamano Girgenti. La missione delle quattro compagini, impegnate nelle semifinali, sarà quello di conquistare l’accesso all’ambita finale in programma domenica. Tra le quattro contendenti a rivestire lo status di favorita in queste Final Four di Coppa Sicilia, è l’Albatro Siracusa, formazione ancora imbattuta nel campionato di serie B regionale.

Nella foto il preseidente dell’Agriblu Scicli Enrico Parisi

A provare a sovvertire i pronostici della vigilia e a far sua la seconda Coppa Sicilia di fila c’è l’Agriblu Scicli del presidente Enrico Parisi, il quale analizza le due semifinali del torneo. “La prima semifinale –afferma Parisi- sembra avere un pronostico chiuso a favore dell’Albatro sull’Aretusa. L’Albatro Siracusa sta ben figurando in questo campionato di serie B e credo che abbia tutte le carte in regola per fare suo questo trofeo. Uno dei veri motivi d’interesse per questa edizione di Coppa Sicilia -spiega Parisi- è la presenza dell’Aretusa, nuova società siracusana con un organico di talentuosi giovani guidati da Luigi Rudilosso (uno degli storici atleti della scudettata Ortigia di metà anni ’90), qualificatasi nell’ultima giornata utile a spese del Cus Palermo. L’altra semifinale tra l’Agriblu Scicli e il Girgenti, rispettivamente terza e seconda forza del torneo cadetto, dovrebbe avere un esito più incerto. Noi ci presentiamo alle Final Four non al cento per cento della forma visti i continui infortuni e malanni stagionali che ci hanno complicato il percorso durante questa prima parte di stagione. Infatti –aggiunge Parisi- dopo la sconfitta di Messina dovuta in larga parte alle assenze per infortunio di Lima, Causarano e del portiere Iacono è in forse anche la presenza del bomber Aragona alla manifestazione. Ma sono sicuro –chiude Parisi- che i biancoazzurri daranno il tutto per tutto con l’intento di portare per il secondo anno di fila il trofeo a Scicli”.