Sport, motore educativo e formazione: ecco il basket targato ‘Ciavorella’

Dal ‘Campus Estivo Sport Vacanze’ ai corsi di reclutamento di arbitri e miniarbitri organizzato dalla FIP/CIA Regionale

471

BASKET – Un nuovo modello e una più ampia visione della pallacanestro. Il progetto giovanile portato avanti negli anni dall’Usd ‘F.Ciavorella’ acquisisce sempre più rilievo a livello provinciale, divenendo un vero e proprio esempio da seguire per molte società cestistiche iblee. Un basket che va oltre i risultati sportivi, un motore educativo che mette al centro la formazione del giovane a 360°. E’ anche grazie a questa nuova concezione del basket che oggi la Ciavorella può vantare uno dei più floridi settori giovanili a livello provinciale e non solo. La società biancoazzurra è costantemente impegnata nel promuovere una serie iniziative educative e sociali da far intraprendere ai suoi giovani all’interno della sua offerta formativa. Tra le attività organizzate annualmente dalla Ciavorella spicca il ‘‘Campus Estivo Sport Vacanze”. Organizzato a partire dal 2005, il campus estivo della Ciavorella rappresenta per la società uno dei principali tasselli messi in atto per comporre il suo programma didattico formativo. “Anche quest’anno –affermano i coach Santo e Alberto Carestia- sono aperte le adesioni per il ‘Campus Estivo Sport Vacanze’ promosso dalla Ciavorella. Un’iniziativa che si presenta come un modo nuovo ed originale per abituare il giovane atleta a vivere in gruppo, suscitandogli sempre più emozioni, facendolo crescere fisicamente e psicologicamente attraverso un’esperienza all’interno di un gioco vissuto insieme con l’altro in modo leale e sereno”. Quest’anno la località scelta per il ‘Campus Estivo Sport Vacanze 2019’ sarà il Parco del Pollino. “Abbiamo scelto questo scrigno naturalistico dell’Appennino –spiegano Santo e Alberto Carestia- poiché a nostro modo di vedere si presenta come un luogo ideale per fare ossigenazione ma anche per fare nuove esperienze naturalistiche. Sarà un’occasione per rimanere a contatto con la natura e fare nuove amicizie”.

Passando alle iniziative di formazione, promosse dalla Ciavorella, sono in corso di svolgimento le lezioni per il reclutamento di arbitri e miniarbitri organizzato dalla FIP/CIA Regionale. “All’interno del programma didattico formativo della Fernando Ciavorella –dichiarano Santo e Alberto Carestia- oltre all’attività motoria vi troviamo incluso anche il reclutamento di giudici di gara e di ufficiali di campo. Il progetto è rivolto ai giovani tesserati della società che possiedono i concetti basilari del gioco e che in un certo senso hanno disputato competizioni agonistiche e non. Questa settimana, dopo l’ok della FIP/CIA –aggiungono Santo e Alberto Carestia-, è iniziato il corso che avrà la durata di un mese e mezzo affidando al prof. Giovanni Raimondo, istruttore arbitri del G.A.P. ed osservatore regionale arbitri, ed a William Raimondo, arbitro federale FIP di serie A2, il compito di effettuare le lezioni. Il programma –concludono i coach Santo e Alberto Carestia- si compendia in dieci lezioni, due per ogni settimana, che oltre alla parte nozionistica sul regolamento e sulla tipologia delle infrazioni possibili in campo prevede anche l’osservazione in campo di gare”.