“Randagismo: cosa è cambiato dopo la tragedia di Giuseppe Brafa?”

Analisi del decennio trascorso nel comprensorio Scicli – Modica – Ispica – Pozzallo

266
Nella foto palazzo Spadaro la sede dell'incontro

SCICLI – A Scicli importante momento di approfondimento sulla tematica randagismo. Venerdì si terrà nella sala Falcone-Borsellino di Palazzo Spadaro un convegno sul tema ”Randagismo: cosa è cambiato dopo la tragedia di Giuseppe Brafa?”. 
Il convegno si tiene sotto il patrocinio del Comune di Scicli e con il solidale supporto dei circoli Legambiente di Scicli (Alessia Gambuzza), Modica (Giorgio Cavallo), Pozzallo (Teresa Renda) e Ispica (José Belisario). Appoggiano l’iniziativa il Movimento Brancati di Scicli e i cittadini Volontari dei comuni coinvolti. L’Asp di Ragusa terrà le conclusioni dell’incontro.
 L’incontro intende fare il punto su un tema di carattere ambientale – sanitario che presenta criticità molto alte in un’area ampia della provincia.
”Dieci anni fa questa zona -dice l’ideatore del convegno Ivano Guido- è stata segnata da una tragedia senza precedenti, per le modalità degli attacchi allora registrati, nella recente storia veterinaria.
 Di quei giorni verrà fatta una breve rievocazione anche in rapporto a quanto emerso successivamente in tribunale e in quella sede rimasto inespresso.I responsabili per i comuni del comprensorio, esprimeranno un resoconto di quanto le amministrazioni dei loro paesi hanno fatto nel decennio trascorso in termini di interventi per catture, sterilizzazioni, applicazioni di microchip, budget dedicato, etc.
 Parleranno inoltre dei provvedimenti in atto e quelli che si intendono promuovere. 
La valutazione di tale azione sarà tenuta in chiusura di incontro dall’autorità sanitaria”.