Impianto rifiuti contrada Cuturi: “L’amministrazione comunale non deve abbassare la guardia”

Intervento di Scicli Bene Comune dopo la bocciatura del Piano Regionale dei Rifiuti presentato dalla regione Sicilia al Governo

299
-Pubblicità-

SCICLI – In città continua a rimanere alta l’attenzione in tema di tutela ambientale. Scicli Bene Comune interviene sulla bocciatura da parte del Governo nazionale del Piano Regionale dei Rifiuti presentato dalla regione Sicilia. “Infatti come evidenziato dalla consigliera regionale del M5S Stefania Campo –spiega Scicli Bene Comune-, nel piano regionale era previsto l’Impianto di trattamento e recupero di rifiuti pericolosi ubicato nel nostro comune in C.da Cuturi e gestito dalla ditta ACIF, e pertanto la consigliera Campo è la prima firmataria di una mozione che chiede l’eliminazione di detto impianto dal Piano in questione”. SBC ritiene necessario che “il Presidente Musumeci –prosegue la nota- chiarisca in maniera inequivocabile la sua posizione sulla realizzazione di detto impianto”. Scicli Bene Comune aggiunge: “Lo stesso Presidente Musumeci in più occasioni ha pubblicamente dichiarato che il nostro territorio non era ritenuto idoneo a ospitare un impianto di tali dimensioni”. SBC chiama in causa l’amministrazione comunale, quest’ultima sollecitata dal movimento a “non sottovalutare il grave pericolo che incombe sul nostro territorio e ad attivarsi fattivamente –conclude Scicli bene Comune- ponendo in essere tutte le azioni necessarie per scongiurare la realizzazione di tale opera”.