Pallamano: l’Agriblu Scicli vola in serie A2

Decisiva per i biancoazzurri la vittoria casalinga nell’ultima giornata di campionato contro il Messina

107
-Pubblicità-

AGRIBLU SCICLI 29

MESSINA 23

Agriblu Scicli: Lombardo D. – Ciavorella L. – Iacono F. – Lima S. (3) – Causarano M. (4) – Occhipinti G. – Ammatuna L. (1) – Manno G. (3) – Magnifico A. (1) – Aragona A. (9) – Aprile A. (2) – Gulino R. – Tabaku F. (3) – Carbone M. – Ciavorella G. (1) – Iurato F. (2) Allenatore: Agostino Tilotta

Messina: Abbate V. – Costarella F. (7) – De Domenico P. (1) – Abbate R. – Duca M. (5) – Russo S. (3) – Zagarella A. (3) – Balsamo V. – Gentile Patti G. – Lombardo A. – Pispisa G. – D’arrigo A. (2) – Mazzeo W. Allenatore: Tommaso D’arrigo

Arbitri: Davide Schiavone di Siracusa e Vincenzo Criscione di Ragusa

Ammoniti: Aprile, Manno e Tabaku (Scicli); Costarella e Russo (Messina)

PALLAMANO – L’Agriblu Scicli conquista la serie A2. Un risultato eccezionale per i biancoazzurri che chiudono il campionato regionale di serie B in terza posizione dopo il successo ottenuto, nell’ultima giornata, contro il Messina.

Nella foto la consegna della ‘Coppa capocannoniere’ del torneo ad Alessandro Aragona

Anche quest’anno il capocannoniere del torneo veste la casacca biancoazzurra. Si tratta del bomber palermitano Alessandro Aragona che con le sue 200 reti realizzate fa sua la ‘Coppa capocannoniere’. Nell’ultimo atto del campionato di serie B Agriblu Scicli e Messina hanno dato vita a un match nel complesso equilibrato e combattuto. Per quel che riguarda le scelte di formazione, fatte ad inizio gara da mister Tilotta, da segnalare l’impiego, dal primo minuto, di due Under 15 e due Under 17 dell’Agriblu Scicli. A sbloccare il risultato sono gli ospiti che passano in vantaggio con la marcatura siglata da Costarella. Immediata la replica dell’Agriblu Scicli che ribalta il risultato con le reti di Manno e capitan Aprile (2-1). Da qui fino al 15’ la gara si mantiene in un sostanziale equilibrio, con il parziale fisso sull’7-6 sempre in favore dei padroni di casa. L’Agriblu Scicli cerca l’allungo sugli avversari. Gli sciclitani, sfruttando una serie di ripartenze con il giovane Iurato, riescono a chiudere il primo tempo in vantaggio sul 12-9.
Nella ripresa mister Tilotta mette in campo i titolarissimi con l’intento di chiudere al più presto i conti. Arrivano subito le tre reti di Aragona, ma il Messina non ci sta e riesce a restare in partita, grazie alle marcature di Duca e Zagarella. A metà ripresa il tabellone segna 20-18 a favore dei padroni di casa. Tilotta chiama un time-out per riorganizzare le idee, mossa che dà subito i suoi frutti. Le reti realizzate dal duo Lima-Aragona tornano a far respirare l’Agriblu Scicli che incrementa il vantaggio sugli avversari (23-19). Gli sciclitani gestiscono il vantaggio fino al termine della gara. Il match si chiude con il risultato di 29 a 23 in favore dei padroni di casa. “Siamo davvero entusiasti dell’obiettivo raggiunto –commenta il presidente Enrico Parisi- dopo una stagione dal percorso altalenante. Un campionato condizionato pesantemente dai numerosi infortuni che hanno compromesso la lotta al vertice della squadra, costruita a inizio stagione per competere alla vittoria del campionato. Ora –conclude Parisi- ci attende una nuova avventura che speriamo ci possa regalare altre soddisfazioni”.