“Scicli sicura”: un arresto e una denuncia

I carabinieri passano al setaccio la città

518
-Pubblicità-

SCICLI – Proseguono le operazioni di controllo straordinario del territorio, condotte dai carabinieri della Compagnia di Modica, finalizzati a reprimere lo spaccio di stupefacenti. Ieri pomeriggio, nei pressi di piazza Italia, i militari dell’Arma hanno intercettato un veicolo con all’interno diversi giovani che stavano consumando delle sostanze stupefacenti. I carabinieri hanno proseguito con la perquisizione dei giovani e del veicolo. Uno dei giovani ha tentato di occultare due involucri di piccole dimensioni sotto la ruota di un veicolo delle vicinanze. I Carabinieri hanno immediatamente recuperato gli involucri, rinvenendo all’interno di essi circa 15 grammi di marijuana. Lo stupefacente era nella disponibilità del giovane italiano, già noto alle forze dell’ordine, che è stato arrestato. Secondo i militari dell’Arma lo sciclitano Kevin Fidone, di 20 anni, ha ceduto lo stupefacente a 4 cittadini stranieri che stavano consumando lo stupefacente nel veicolo. I giovanissimi assuntori sono stati tutti segnalati alla Prefettura di Ragusa per i successivi provvedimenti. Nella stessa circostanza, i carabinieri hanno rinvenuto nella tasca dei pantaloni di un giovane di 20 anni, originario della Sierra Leone, un coltello di genere vietato. Il soggetto è stato deferito in stato di libertà per porto abusivo di coltello. Nelle prossime ore continuerà a Scicli l’attività di controllo dei Carabinieri, volta a prevenire condotte delittuose e a garantire un controllo serrato e quotidiano del territorio, con la città che sarà sorvegliata da numerose pattuglie.