Uno sciclitano al “Giro di Sicilia” 2019

Guida una Giulietta sprint del 1962 con a bordo il cavaliere Romolo Buccellato

684
Nella foto da sx Alessio Pacetto e il cavaliere Romolo Buccellato
-Pubblicità-

SCICLI – Alessio Pacetto, meccanico di Scicli, sta vivendo giornate emozionanti alla 29esima edizione del Giro di Sicilia. La manifestazione, che vede impegnate 250 auto d’epoca, terminerà domani, domenica 9 giugno. Pacetto si trova alla guida di una Giulietta sprint di colore rosso con a bordo il cavaliere Romolo Buccellato.

Tra le novità di questa edizione, un concorso di eleganza dinamica “La Sicilia dei Florio” con la presenza della storica Fiat 600, modificata dalla GuidoSimplex per soggetti diversamente abili, a bordo due pionieri della disabilità: gli atleti palermitani Nanni Gambino e Pietro Boncimin. I due piloti affrontano anche le 4 tappe previste come un equipaggio normale per ribadire il concetto che il Giro di Sicilia è di tutti e, che il sodalizio palermitano federato ASI più antico di Sicilia, Veteran Car Club Panormus, ormai da qualche anno abbraccia appieno il sociale. Le 250 auto d’epoca hanno percorso le strade del sudest delle Sicilia: Ortigia, Noto, Modica, Ragusa, Ibla, Vittoria, Grammichele, Caltagirone, Mirabella Imbaccari e Piazza Armerina. Per la quarta ed ultima tappa di domani si partirà da Marsala lungo la zona costiera delle saline, attraversando Marausa e Salina Grande. Si proseguirà per Erice, Castellammare del Golfo e quindi l’arrivo definitivo ad Alcamo – Piazza Ciullo. Infine equipaggi e vetture faranno tappa a Palermo, presso il Golf Club Palermo – Parco Airoldi.