Scicli: diminuzione pressione fiscale e digitalizzazione servizi comunali

Intervista all'assessore Giorgio Vindigni

-Pubblicità-

SCICLI – Gli undici milioni di euro sono entrati ‘fisicamente’ nelle casse del Comune, frutto dell’accordo quadro con ENI Spa ed Edison Spa si chiude definitivamente e felicemente il capitolo delle somme dovute per ICI (annualità dal 2009 al 2011), IMU (annualità dal 2012 al 2015) e TASI (2014-2015) a valere sul campo petrolifero Vega. Adesso l’assessorato comunale competente avvierà un percorso che porterà, compatibilmente con il piano di Riequilibrio finanziario, alla diminuzione della pressione fiscale. Il Comune, in questa fase, sta pensando anche di portare a compimento la digitalizzazione dei servizi allo scopo di migliorarli. Con l’assessore al Bilancio e Tributi, Giorgio Vindigni, abbiamo parlato di questi due importanti aspetti.