Il sindaco Giannone e i Giovani di Forza Italia sulla stessa lunghezza d’onda

Dopo l’approvazione in Consiglio comunale della mozione sull’intitolazione dell’area pedonale del lungomare Frine di Cava d’Aliga al generale Dalla Chiesa

SCICLI – Un mese fa è stata approvata una mozione, presentata da Forza Italia su proposta dei Giovani di Forza Italia, sull’intitolazione dell’area pedonale del lungomare di Cava d’Aliga al generale Dalla Chiesa per gli alti meriti conseguiti nella lotta al banditismo, al terrorismo e alla mafia. Stamattina il capo dell’amministrazione comunale ha espresso una riflessione di apprezzamento sulla proposta.
La Via Frine resterà tale, poiché la mozione riguarda solo l’area pedonale pedonale. Alla proposta originaria è stata aggiunta quella di intitolare alla moglie del Generale, Emanuela Setti Carraro, ed all’agente della scorta, Domenico Russo, il parcheggio e una via limitrofi al lungomare di Cava d’Aliga. Il sindaco ha lodato l’impegno dei giovani in politica, la misuratezza e lo spirito dell’intervento, assicurando che gli uffici e l’amministrazione daranno seguito alla mozione consiliare. Alcune ore dopo arriva l’intervento dei Giovani di Forza Italia. “Ringraziamo pubblicamente -riporta un comunicato stampa- i consiglieri di Forza Italia, Mario Marino e Vincenzo Giannone, che hanno, sin da subito e con grande e sincera disponibilità, sposato la nostra proposta, la consigliera del Centrodestra Marianna Buscema, anch’ella pubblicamente schierata a supporto della nostra proposta, nonché tutti i consiglieri, sia di maggioranza che di opposizione, che hanno votato, all’unanimità, la nostra mozione oltre un mese fa. Il ringraziamento più grande, oltre ai già citati consiglieri di FI Scicli, va al nostro primo cittadino, Enzo Giannone, il quale ha speso delle sincere parole di apprezzamento per i toni e lo spirito, nonché per l’impegno profuso, da noi impiegati per la formulazione della ‘Mozione Dalla Chiesa’. Il Sindaco, in un comunicato ha pubblicamente annunciato la propria firma sulla mozione. Solo con la moderazione ed il buonsenso, non con le urla, si possono ottenere risultati per la comunità. Ribadiamo, nonostante la grande felicità per le parole del Sindaco, la necessità di affrontare, al più presto, i problemi concreti che affliggono, non da ora, la splendida borgata”.