Il cinema itinerante contro la mafia fa tappa a Scicli

Il 5 agosto in piazza Italia

SCICLI – “L’Ordine delle cose” di Andrea Segre. Questo il titolo del film che sarà proiettato a Scicli, a cura di Libero Cinema in Libera Terra, intenta a dar seguito alla sua missione contro le mafie. Una vera e propria ‘carovana’ di cinema itinerante che non conosce sosta, sempre in viaggio lungo lo stivale con un furgone attrezzato. Un cine furgone che percorre ogni anno più di 8.000 km portando il suo messaggio nelle piazze, nei parchi, nelle periferie, nelle terre confiscate ai mafiosi e restituite alla legalità. La troupe fa uso di tecnologie digitali che permettono, in poco tempo, di allestire spazi cinematografici temporanei all’aperto. Proiezioni che ‘prendono vita’ in luoghi simbolici portando le emozioni del cinema direttamente alle persone e promuovere l’allargamento degli spazi democratici e la cultura della legalità. Nella liste delle cinque tappe scelte figura Scicli, scegliendo come location piazza Italia. La tredicesima edizione del Festival di cinema itinerante contro le mafie, quindi, si fermerà in città per uno scambio sinergico volto a coinvolgere il maggior numero di nuovi cittadini del mondo globalizzato convinti che la democrazia si sperimenti nel pubblico confronto, nel bilanciamento delicato fra libertà e regole comuni.