Agriblu Scicli, contro l’Albatro Siracusa una sconfitta a testa alta

Grande prova della compagine sciclitana contro i primi della classe

-Pubblicità-

ALBATRO SIRACUSA 26

AGRIBLU SCICLI 23

Albatro Siracusa: Calvo A. (4) – Calvo M. (2) – D’urso G. (1) – Ippolito D. – Manuele M. (4) – Murga M. (4) – Genovese G. – Vinci G. (7) – Rubino L. – Argentino N. – Nobile G. – Mizzi M. – Burgio F. – Fontana N. – Vanoli F. (4) – Bandiera A. Allenatore: Giuseppe Vinci

Agriblu Scicli: Iacono F. – Manno G. (8) – Lima S. (2) – Occhipinti G. – Causarano S. – Aragona A. (8) – Aprile A. (1) – Causarano M. – Parisi Assenza E. (2) – Carbone M. – Iurato F. – Gulino R. (2) – Ciavorella G.
Allenatore: Agostino Tilotta

Arbitri: Rocco Campailla e Marcello Ungaro di Catania

Ammoniti: Calvo A. e Vanoli (Albatro) – Aprile, Lima e Manno (Scicli).

PALLAMANO – Sconfitta per l’Agriblu Scicli uscita a testa alta dal Pala Lo Bello di Siracusa al termine di una gara combattuta e giocata alla pari contro la forte Albatro. A giocare a sfavore della formazione sciclitana, oltre alle pesanti assenze, la poco incisività in attacco. Si è assistito ad un match entusiasmante, sempre in bilico, deciso nei minuti conclusivi dopo un testa a testa tra le due compagini. Nelle prime battute di gara l’Agriblu Scicli gioca a viso aperto dando filo da torcere ai padroni di casa che faticano a trovare spiragli nella retroguardia sciclitana. L’Agriblu Scicli gioca bene difensivamente, non concedendo spazi all’iniziativa aretusea, mentre pecca di incisività in attacco non capitalizzando le occasioni create. Nonostante le difficoltà nella costruzione di gioco, limitata dalla buona predisposizione in campo dalla compagine sciclitana, l’Albatro Siracusa riesce comunque a chiudere la prima frazione di gioco sul 15-10. L’inizio della seconda metà di gioco ricalca quanto visto per buona parte del primo tempo: l’Albatro Siracusa spinge con l’Agriblu Scicli brava a respingere le offensive avversarie. Da qui in poi, complice anche l’inferiorità numerica dello Scicli, determinata dalle espulsioni per somma di due minuti prima di Lima e poi di Aprile, gli attacchi aretusei si fanno sempre più afficaci. L’Agriblu Scicli prova di tutto per recuperare, riuscendo ad accorciare fino al 20-17 ma due reti dell’italo-argentino Murga ed una di Vinci portano la squadra di casa sul più cinque. La compagine sciclitana non molla portandosi a meno due dai padroni di casa (22-20) con le reti di di Parisi, Manno e Aragona. Ma l’Albatro Siracusa contrasta ottimamente il forcing sciclitano facendo sua la gara col risultato di sul 26-23.
Partita sicuramente non bella ma giocata dallo Scicli a viso aperto e senza timoreriverenziale –afferma il coach dell’Agriblu Scicli Agostino Tilotta- al cospetto di una formazione di categoria superiore ma troppo leziosa e che non riesce ad esprimere veramente tutto il proprio potenziale”.