“Sì al confronto con SBC e Pd”, il sindaco Giannone chiama a raccolta il centrosinistra

Domani alle ore 18 previsto un incontro

-Pubblicità-

SCICLI – Sembra aver sortito l’effetto desiderato l’invito al ricongiungimento lanciato, nei giorni scorsi, dal sindaco Enzo Giannone alle forze del centrosinistra. Infatti poche ore dopo l’intervento congiunto di Scicli Bene Comune e del Partito Democratico, i quali si sono detti favorevoli a un confronto “vero e inclusivo”, il primo cittadino passa ai fatti convocando un tavolo, domani alle ore 18.Registro con piacere –esordisce il sindaco Enzo Giannone- la volontà delle forze costituite del centrosinistra di accettare la proposta di una stagione di dialogo e confronto politico con chi registro con piacere le elezioni amministrative nel 2016”. Il Capo dell’amministrazione prosegue: “così come registro con piacere le posizioni critiche e vernacolari della destra di Scicli rispetto alle posizioni del sindaco. Vuol dire –afferma Giannone- che a Scicli sta finalmente tornando la normale dialettica politica, al di là e oltre gli inciuci fra forze disomogenee sul piano politico e culturale, inciuci che hanno preceduto, accompagnato e seguito le elezioni di due anni fa”. Il sindaco Giannone coglie anche l’occasione di togliersi qualche sassolino dalla scarpa. “Circa il conseguimento della patente di uomo della Sinistra e del Centrosinistra –dice Giannone-, mi spiace ricordare ai più giovani -ma con lo faccio con affetto quasi paterno- che la mia storia personale, politica, umana e intellettuale mi ha visto sempre schierato e impegnato dalla parte degli ultimi, in maniera mai astratta o esibita, ma concreta e sostanziata, da uomo che non ha paura di usare la parola popolo, temendo di essere frainteso. Ore d’attesa quindi per il primo cittadino Enzo Giannone il quale si dice fiducioso per l’incontro con tutte le anime del centrosinistra fissato per domani nel tardo pomeriggio.