“U sinnucu persa i mula e va circannu i capistra”

Lo scrive in una nota il gruppo consiliare di Forza Italia

Nella foto da sx: Enzo Giannone e Mario Marino
-Pubblicità-

SCICLI – “U sinnucu persa i mula e va circannu i capistra”. Questo è quanto affermato dai Consiglieri Comunali di Forza Italia Mario Marino e Vincenzo Giannone. In questi ultimi giorni, si assiste ad un accorato appello da parte del Sindaco Giannone per una chiamata di responsabilità verso tutte quelle forze che guardano con grande prospettiva al popolo della sinistra. In particolare verso i Consiglieri di Scicli Bene Comune e verso il Consigliere del PD. Noi di F.I. in veste di attori non protagonisti, sosteniamo che il Sindaco Giannone, che a suo dire è stato eletto dai cittadini con un grosso riconoscimento alla persona, dopo aver frantumato la propria maggioranza, in netto ritardo, sta tendendo la mano alle stesse forze che lo hanno sostenuto fortemente in campagna elettorale, contribuendo alla propria affermazione. Sta tendendo la mano alle stesse persone che, sin dall’inizio della propria Sindacatura, ha trattato sempre a pesci in faccia.
In particolare, riferendoci ai Consiglieri di Scicli Bene Comune, li ha tenuti come due scolaretti indisciplinati, dietro la lavagna, lontani dalle lezioni e dai giochi dei compagni di classe. Gli ha imposto un ruolo marginale , tipico dello scolaro indisciplinato, che prima di entrare in classe, essendo in leggero ritardo, dovevano necessariamente chiedere il permesso. Ci riferiamo all’Assessore all’ecologia nominato all’interno del Movimento di Scicli Bene Comune, lasciato al suo posto, nonostante lo stesso movimento lo avesse sconfessato. Ci riferiamo alla mancanza di dialogo e agli atteggiamenti arroganti e spocchiosi del Sindaco Giannone riversati verso gli stessi Consiglieri, unitamente al Consigliere del PD. Ci riferiamo all’atteggiamento del primo cittadino di auto incensarsi, convinto di essere sempre nel giusto, che a sbagliare siano sempre gli altri, convinto delle proprie capacità di governo, ritenute dallo stesso eccellenti, dotate di grande equilibrio e di saggezza. A nostro parere invece, se dovessimo fare un resoconto di quanto fatto dal Sindaco Giannone in quasi due anni e mezzo di governo della città, potremmo benissimo affermare di aver assistito al perfezionamento di un giusto connubio tra un Sindaco di facciata, sempre pronto a rappresentare la città solo a microfoni accesi, che, preso dai propri impegni lavorativi e familiari, ha delegato in tutto e per tutto un proprio Assessore e il suo gruppo, che si dedicano al suo posto a tempo pieno a governare la città. I risultati sono sotto gli occhi di tutti. In ogni caso, soltanto alla fine si tireranno le somme e i nostri concittadini saranno in grado di pesare quanto fatto dal nostro Sindaco e dalla sua Amministrazione. Per quanto riguarda invece la situazione politica attuale, noi di F.I. siamo fermamente convinti che il suo tentativo goffo di ricostituzione della maggioranza sia teso soprattutto in vista delle prossime Elezioni Provinciali a cui lo stesso Sindaco aspira a livello personale. Ai posteri l’ardua sentenza.

Scicli lì 13/2/2018

I Consiglieri di F.I. Scicli