Scicli, riqualificazione monumenti: “Il Comune di Scicli rischia di perdere 2,4 milioni di euro”

La denuncia dei consiglieri di Forza Italia Marino e Giannone

-Pubblicità-

SCICLI – Ottocentomila euro per il recupero dell’ex convento del Rosario, 794 mila euro per il ricovero Carpentieri, altri 800 mila per la chiesa di Santa Maria del Gesù. In complessivo sono poco meno di 2,4 milioni di euro che, negli anni scorsi, grazie all’intervento dell’on. Orazio Ragusa, sono stati destinati al patrimonio architettonico della città di Scicli con particolare riferimento a tre siti emblematici.

Nella foto il consigliere Enzo Giannone

Ora, però –dicono i consiglieri comunali di Forza Italia Mario Marino e Vincenzo Giannone– rischiano di andare perduti e di tornare al mittente se l’amministrazione comunale non si adopererà concretamente per integrare la documentazione necessaria a garantire l’erogazione delle suddette somme. Ci siamo voluti rendere conto –proseguono Giannone e Marino- della situazione, anche alla luce delle ventilate disattenzioni sulle grandi opere che la Giunta municipale Giannone sta facendo registrare in questi ultimi mesi, e, nell’ufficio dell’ing. Francesco Fazio dell’assessorato regionale delle Infrastrutture, abbiamo scoperto che il Rup delle opere in questione non ha fatto ancora pervenire i documenti richiesti per completare l’istruttoria. Allo stato attuale, dunque, i fondi di cui stiamo parlando risultano essere a rischio. Sollecitiamo l’amministrazione comunale ad attivarsi e a sollecitare chi di competenza, all’interno di palazzo di Città, per far sì che l’invio della documentazione possa essere ultimata. Sarebbe davvero una disdetta perdere queste ulteriori somme. Sarebbe inspiegabile un disastro del genere alla collettività sciclitana. Mentre da un lato c’è chi lavora per creare occasioni, dall’altro c’è chi queste occasioni, non si capisce, a questo punto, bene per quale motivo, non sa sfruttarle approfonditamente”.

Nella foto da sx: Enzo Giannone, Orazio Ragusa, Maurizio Croce e Mario Marino

Presso il direttore generale dell’ufficio del commissario di governo, Maurizio Croce, invece, accompagnati in questo caso dall’on. Orazio Ragusa, i due consiglieri forzisti hanno avuto modo di verificare lo stato dell’arte del lotto B della circonvallazione Ovest di Scicli.

Nella foto il consigliere Mario Mario

E’ stato accertato –spiegano Marino e Giannone– che, allo stato attuale, le somme messe a disposizione ammontano a 2,3 milioni di euro. Proprio in questi giorni, sono stati affidati i lavori per l’effettuazione delle indagini geotecniche del ponte di via Ospedale che attraversa il torrente Modica-Scicli per un importo di circa 40mila euro. Il Rup dell’opera, Nello Lo Monaco, ci ha spiegato che, non appena si avranno i risultati dell’indagine, si deciderà se abbattere il ponte e ricostruirlo oppure se adeguarlo oltre agli altri lavori di completamento del lotto in questione. Inutile dire –concludono Giannone e Marino- che la realizzazione di questa importante opera comporterà un più funzionale utilizzo della circonvallazione soprattutto nell’innesto con via Ospedale”.