“Rimaniamo allibiti da quanto successo ieri sera in Consiglio comunale”

Nota di Fratelli d’Italia Scicli

-Pubblicità-

SCICLI – Fratelli d’Italia Scicli aveva chiesto tempo fa al Sindaco cosa intendesse dire quando ha comunicato pubblicamente alla cittadinanza che la perdita di un assessore non era fatto grave per il governo della città dato che, fra l’altro, l’assessore in questione rappresentava una certa continuità con le passate amministrazioni fra le quali la precedente sciolta per mafia. Il Sindaco, per rispondere, ha convocato il consiglio comunale ieri sera. E’ stato un consiglio molto partecipato dai cittadini proprio perchè i fatti accaduti sono gravissimi e la città esigeva risposte. Risposte che non ci sono state date, a nostro parere. No, il Sindaco ha tenuto un accorato comizio sulla sua appartenenza al PD, ha tirato le orecchie al deputato ragusano che gli vuole dare, dopo attenti esami, la patente del PD, ci ha aggiornati sulle attività svolte dalla sua amministrazione, ma, soprattutto, ha detto delle cose importanti: ha disconosciuto le sue parole pubblicate su svariati quotidiani, asserendo di non averle mai pronunciate, informando la città che nulla ne sapeva dato che non ha tempo di leggere i quotidiani, ed ha ribadito la sua totale e incontrastata appartenenza anima e corpo al Movimento Start.
Già, un Sindaco eletto da movimenti civici, ribalta la storia delle elezioni del 2016, con una savoire fair che è di pochi, ha totalmente cancellato quello che i componenti le liste civiche hanno fatto per farlo eleggere. No, non ha ringraziato tutti i candidati, ha invece ribadito a gran voce che LUI è stato eletto a furor di popolo, che LUI è Sindaco e che Lui è in grado di governare anche da solo. Ha inoltre detto, come se fosse nella normalità delle cose, che LUI ha le mani pulite. Bene ha fatto il consigliere Vindigni a riportare una conversazione avuta col Sindaco due ore dopo la pubblicazione del comunicato stampa di quest’ultimo, conversazione in cui il Sindaco gli ribadiva la sua vicinanza e il suo non gradire la mala educazione in politica. Allibiti!!!! Rimaniamo allibiti da quanto successo ieri sera in Consiglio Comunale. Ha detto ed ha rinnegato, ha chiesto (ed io ne sono un esempio) il sostegno delle liste civiche e due anni e mezzo dopo, invece di ringraziare si arroga il successo ottenuto, parla di condivisione e definizione dei ruoli e invece il consigliere Vindigni prima di parlare con l’Assessore al Bilancio si è accertato che l’assessore ne avesse il permesso, ha continuato ad insinuare “mani sporche” dentro e fuori l’aula consiliare. E così via, ore di falsità e nullità. E’ questo il Sindaco che abbiamo dato a Scicli? Mi dispiace tantissimo per i miei concittadini ma la prima ad essere delusa sono io, abbiamo un sindaco che dice e poi ritrae, un Sindaco che sbandiera a destra e a manca la collaborazione e la condivisione e si rivela invece un despota accentratore, che mette in dubbio la correttezza politica e personale di uno dei suo assessori e invece di affrontare la questione ritratta quello che ha detto, come se lui fra il 29 Luglio e il 3 Agosto fosse stato sulla Luna, per poi lasciare che fosse Start a parlare e infierire su Vindigni e la sua lista civica per tramite dell’intervento in aula del consigliere Scala. Allibiti!!! Rimaniamo allibiti e ribadiamo al Sindaco che si deve dimettere perchè non è più affidabile, che la sua parola vale soltanto per il tempo di capire le castronerie che pronuncia e poi se la ritira. Ma non è così che si fa in politica. La invitiamo, per l’ennesima volta, a dimettersi, la città ha bisogno di chiarezza e sincerità e le velate minacce e le accuse sottintese che lei ha lanciato ieri in mezzo alle mille e mille parole che ha pronunciato non hanno fatto altro che convincerci ancor di più che la sua amministrazione non è adatta alla nostra città, abbiamo bisogno di meno dottrina e più fatti, abbiamo bisogno di un governo della gente e non dei figli-di-e-per-questo-sappiamo e soprattutto abbiamo bisogno di un Sindaco che sia degno della nostra fiducia e, purtroppo, lei non ha saputo guadagnarsela. Invito l’opposizione a rimanere coesa e a continuare ad impedire che il Sindaco attui la sua polita di “tutto è mio, tutto è mio” e auspico che l’opposizione continui a cercare di arginare l’arrogante dominanza di Start e soprattutto vigili a che le insinuazioni e le velate minacce del Sindaco restino quel che sono: dei semplici e patetici tentativi di rimanere a galla.

Margherita Gintoli
FdI Scicli