“Scicli riscopra una rinascita morale e politica. Il Sindaco sia più dialogante”

L’analisi di Forza Italia Giovani Scicli dopo l’ultimo Consiglio comunale

355
-Pubblicità-

SCICLI – Un Consiglio comunale che ha sicuramente messo in luce elementi dapprima poco chiari e che ha permesso ai cittadini di acquisire piena coscienza dei recenti avvenimenti politici, spesso non lineari, che hanno negativamente scosso la stabilità istituzionale locale. Siamo rimasti piacevolmente soddisfatti dai costanti riferimenti del Primo Cittadino all’importanza dell’impegno dei giovani in politica, senza distinzione partitica, ed anche alla necessità di mettere in atto un ricambio generazionale all’interno della classe dirigente cittadina. A tal proposito, ringraziamo il nostro ex Preside per il pubblico elogio effettuato nei confronti di noi giovani forzisti che stiamo tentando tale ricambio nell’area moderata sciclitana. FI Giovani Scicli ha sempre posto come propria stella polare un tipo di opposizione, anche se extra-consiliare, basata sulla critica propositiva e concreta. Attaccare senza cognizione di causa non è un qualcosa che appartiene ad un solo membro di questo gruppo giovanile di libertà. Ebbene, al netto di ciò che affermano o pensano alcuni poco votati “geni” della politica locale, le nostre proposte sono state spesso riprese, anche con il copia e incolla, da altri partiti e, talvolta, accolte dall’Amministrazione, come i recenti interventi sulla messa in sicurezza della litoranea di Cava d’Aliga. Segno che evidentemente tali proposte erano e sono valide ed efficaci. Al Signor Sindaco, che in colpevole ritardo ha scoperto l’esistenza del dibattito in Consiglio Comunale, riconosciamo il merito di aver “svecchiato” una parte dell’arena politica cittadina, anche se a tale freschezza ideale ed anagrafica non è seguita una positiva attività amministrativa. Non condividiamo del tutto la sua affermazione di una “città in crescita”, sia economica che culturale, poiché ciò non è obiettivamente aderente alla realtà delle cose, almeno non negli ultimi due anni. Contestualmente, non possiamo non segnalare un costante logoramento interno all’ex maggioranza, come dimostrano anche le pubbliche critiche di un consigliere della lista del Sindaco all’indirizzo dello stesso Primo Cittadino nel corso dell’ultima assise civica. Noi crediamo che la politica debba costruire e mai distruggere, sia all’interno dei partiti che in organi come il Consiglio o la Giunta, eppure per far ciò non basta effettuare cambi generazionali ma occorre riscoprire una certa levatura morale e politica che la nostra città ha perso da diversi anni. Una rinascita che, trasversalmente, dovrebbe ridare lustro al dibattito in Consiglio e, soprattutto, conferire nuovamente centralità a Scicli ed alle borgate. In conclusione, riteniamo opportuno un maggior coraggio da parte della politica sciclitana e, soprattutto, del Sindaco, il quale dovrebbe, a nostro giudizio, riscoprire ciò che lui stesso ha vigorosamente e validamente insegnato ai suoi alunni, ovvero la capacità di dialogo. Un dialogo che in questi anni è venuto meno con le forze politiche d’opposizione, anche extra-consiliari, e che dovrebbe essere avviato su questioni di interesse generale (politiche giovanili, sport, vitalità delle borgate, sicurezza ecc…), con l’esclusivo fine di rendere un pieno servizio a Scicli. Forza Italia Giovani, con fierezza e libertà d’animo, continuerà ad opporsi con responsabilità e proposte concrete a questa Amministrazione di Sinistra. Siamo e saremo in campo, pronti anche ad affrontare il sacro giudizio degli elettori.

Coordinamento Forza Italia Giovani Scicli