“Una nuova maggioranza dà le stampelle al sindaco ‘zoppo”

Analisi dei consiglieri comunali di Forza Italia Mario Marino ed Enzo Giannone

-Pubblicità-

SCICLI – Scuote il capo il gruppo consiliare di Forza Italia dopo l’ultimo consiglio comunale, dedicato al bilancio di previsione e al piano triennale delle opere pubbliche. Motivo di insoddisfazione espresso dai Consiglieri comunali Mario Marino ed Enzo Giannone è la presentazione e sottoscrizione di emendamenti al bilancio che di fatto “hanno restituito al sindaco ‘zoppo’ –affermano Marino e Giannone- le stampelle di una nuova maggioranza, cosa comprovata dagli otto emendamenti presentati da undici consiglieri che in serbo rivelano un costo altissimo per gli sciclitani”. I consiglieri forzisti proseguono soffermandosi sull’aspetto finanziario degli emendamenti in questione. “Pur condividendo in pieno tutte le opere previste nel piano triennale, diffidiamo –sottolineano Marino e Giannone- della bontà di questi emendamenti, che poggiano su una previsione di finanziamento di quasi 10 milioni di euro a totale carico delle casse comunali, tramite l’accensione di mutui pluriennali (difficilmente concedibili) con la cassa depositi e prestiti”. Secondo il parare dei due esponenti di Forza Italia sarebbe opportuno invece “intercettare altre fonti di finanziamento, comunitari, nazionali e regionali partecipando –aggiungono Marino e Giannone- nei tempi e nei modi previsti a tutti i bandi, per realizzare tutte quelle opere di pubblica utilità, senza pescare ulteriormente nelle tasche (già vuote) dei cittadini sciclitani”. In conclusione Mario Marino ed Enzo Giannone mettono in risalto quella che è la loro visione politica, avente come obiettivo “il risanamento dell’ente con il conseguente abbattimento delle tasse come irpef, tari e tasi in modo da incentivare –concludono Marino e Giannone- anche la ripartenza dell’indotto economico del paese”.