Scicli: in Consiglio approvato il nuovo “Regolamento di Sicurezza Urbana”

La città all’avanguardia nelle politiche dell’ordine pubblico

-Pubblicità-

SCICLI – E’ stato approvato ieri sera, in un clima di agibilità politico consiliare improntato alla serenità, il nuovo Regolamento di Sicurezza Urbana che istituisce anche il Daspo. Si tratta di uno strumento regolamentare all’avanguardia, che ha registrato consensi e apprezzamenti tra le forze politiche presenti in consiglio. La seduta di ieri ha registrato sino a dodici voti favorevoli per alcuni punti all’ordine del giorno, a fronte di una composizione consiliare di 16 consiglieri. Il Regolamento (predisposto dal comandante della Polizia Locale, dott.ssa Marina Sgarlata, e illustrato in consiglio dal sindaco Enzo Giannone, che ha trattenuto per se la delega) mira a prevenire situazioni di degrado che possano favorire l’insorgere di fenomeni criminali, incoraggiando invece la convivenza civile, la quiete e la tranquillità. Bandito l’accattonaggio, le attività come l’arrotino e simili, il dormire il luoghi pubblici, il consumare alcol davanti ai siti Unesco (con eccezione dei locali di somministrazione) ed è stato infine istituito il Daspo. Si tratta dell’ordine di allontanamento da Scicli e il divieto di accesso per quei soggetti che abbiano commesso fatti di reato. L’efficacia del Daspo, comminato dal sindaco, dura 48 ore dall’accertamento dei fatti contestati, e dà luogo a una multa fra 200 e 600 euro. In caso di realizzazione di opere abusive o di modificazione non autorizzata dello stato dei luoghi, il trasgressore dovrà provvedere immediatamente al ripristino a proprie spese. Il Regolamento disciplina finalmente un’ampia casistica di situazioni che sino ad oggi non erano normate e crea certezza di diritto sui temi dell’ordine pubblico e della civile convivenza.

Comune di Scicli