Centro di neuroriabilitazione al ‘Busacca’: “Da metà ottobre struttura pronta per l’inaugurazione e l’attivazione”

L’on. Orazio Ragusa rende note le rassicurazioni fatte dall’assessore regionale alla Sanità Ruggero Razza

-Pubblicità-

SCICLI – Si avvicina la data per l’attivazione del centro di riabilitazione neurocognitiva all’ospedale Busacca di Scicli. Segnali positivi arrivati dall’incontro, svoltosi a Palermo, avvenuto tra l’on. Orazio Ragusa, il capogruppo di Forza Italia, l’on. Tommaso Calderone, e l’assessore regionale alla Sanità, Ruggero Razza. E’ direttamente il deputato regionale Ragusa a rendere noti sia lo svolgimento che le risultanze del confronto servito per fare chiarezza –afferma Ragusa- sulla mancata attivazione del centro di riabilitazione neurocognitiva dell’ospedale Busacca di Scicli da parte del Bonino Pulejo di Messina”.

Nella foto da sx: l’onorevole Orazio Ragusa, l’assessore regionale Ruggero Razza e l’onorevole Tommaso Calderone

L’on Orazio Ragusa si mostra soddisfatto dell’esito dell’incontro in quanto “dall’assessore Razza –spiega l’on. Ragusa– è arrivata la conferma che, a partire da metà ottobre, ogni giorno potrà essere quello buono per fissare la cerimonia di inaugurazione degli impianti tecnologici e, più in generale, della struttura”. Ragusa aggiunge: “in realtà, l’esponente del governo regionale ha messo in evidenza che si sta attendendo il completamento degli ultimi interventi tecnici per i macchinari e che il tutto si dovrebbe consumare nel giro di poche settimane”. Il deputato regionale forzista precisa che “in ogni caso, i riflettori restano sempre accesi e il nostro principale obiettivo è quello di salvaguardare le strutture del Busacca affinché l’ospedale di Scicli possa proporsi come un centro di eccellenza nell’ambito della riabilitazione neurocognitiva. Riteniamo –conclude Ragusa- che ci siano tutte le premesse affinché ciò possa accadere. Ringrazio l’assessore Razza per la disponibilità e auspico che i tempi annunciati possano essere, stavolta, rispettati in pieno”.