Il sogno del Sindaco si avvera: a Scicli nasce la casa del centrosinistra

Presto saranno rivisitati gli incarichi assessoriali

-Pubblicità-

SCICLI – Nasce la casa del centrosinistra, ne fanno parte anche le liste civiche che si riconoscono nel progetto iniziale del sindaco Enzo Giannone. Il sogno del primo cittadino, di unire tutte le anime del centrosinistra sotto lo stesso tetto, sembra avverarsi. Ieri sera a Scicli c’è stato un affollato tavolo di lavoro che, dopo una serie di incontri preparatori, è riuscito a unire otto identità composte da forze politiche e liste civiche. Il sindaco Enzo Giannone, dopo i momenti difficili di agosto e settembre a seguito dell’uscita dalla sua coalizione del Movimento “Cittadini per Scicli, con il “patto” siglato 24 ore fa riacquisterà maggiore vigore nell’azione amministrativa. Se l’accordo raggiunto ieri sera regge il sindaco Giannone tornerà in una botte di ferro in Consiglio comunale. Le forze coinvolte in questo nuovo progetto lavoreranno in questi giorni, per definire pochi, ma essenziali punti programmatici per lo sviluppo della città, per poi ridefinire insieme al Sindaco tutti i nuovi assetti istituzionali della città. In altre parole ci sarà una sorta di azzeramento della Giunta. Chi ha preso parte all’incontro di ieri sera? Intanto il primo cittadino Giannone e i componenti della sua Giunta, poi i consiglieri comunali Emanuele Scala, Pacetto Consuelo, Daniele Alfano (Start Scicli), Rita Trovato (Laboratorio Scicli), Resi Iurato (SBC), Lorenzo Bonincontro e Guglielmo Scimonello (Città Aperta/Enzo Giannone Sindaco), Claudio Caruso (Pd) e Marianna Buscema (Italia Viva). Erano anche presenti Il segretario PD Omar Falla, il coordinatore Carmelo Galesi (Città Aperta/Enzo Giannone Sindaco), la coordinatrice Rosaria Severi (SBC), Gianpaolo Aquilino (Art. 1) e Gianfranco Agnello (PSI). Assenti per motivi lavorativi il Presidente del Consiglio Comunale Danilo Demaio (Start Scicli) e il consigliere comunale Bruno Mirabella (SBC). “Si apre una nuova fase nella vita politicaamministrativa della città“, si legge in un documento condiviso dall’intero gruppo di lavoro. “L’obiettivo di questo incontro -evidenziano nello stesso documento le forze in campo-  è quello di dare nuovo slancio, nuova linfa, al fine di coinvolgere tutte le forze politiche che si collocano in campo civico e progressista, per un obiettivo di lungo periodo che possa portare Scicli in una prospettiva di sviluppo e di programmazione in tutti i campi”. Il documento si spinge oltre. “A seguito delle ultime vicende politiche e alla frattura determinatasi tra alcune forze politiche presenti in Consiglio comunale -riporta la nota politica- finalmente è venuto fuori, prepotentemente, quale forza discriminante dei due schieramenti, un vero e proprio “solco” non solo di natura politica, ma prima ancora, di natura morale“.