Parità di genere e contro la violenza sulle donne, Scicli aderisce al “Patto dei Comuni”

Un atto dall’alto valore simbolico

SCICLI – La giunta Giannone ha deliberato oggi l’adesione al “Patto dei Comuni per la parità e contro la violenza di genere”, proposto da ANCI, dopo il lavoro di condivisione dei Comuni aderenti, con l’obiettivo di combattere gli stereotipi, promuovere la parità e potenziare le azioni contro la violenza sulle donne, che si allega al presente atto per costituirne parte integrante e sostanziale. Recita il Patto: “Siamo consapevoli che il cammino per l’emancipazione femminile, accelerato negli ultimi 40 anni nel nostro Paese, ha già cambiato in meglio il volto dell’Italia, consentendo a molte donne di proseguire in un percorso di autodeterminazione personale e favorendo in alcuni contesti anche un cambiamento culturale. Siamo altresì consapevoli di quanto questo cammino sia ancora distante da un suo effettivo compimento e necessiti quindi di essere responsabilmente accompagnato dalla politica e dalle Istituzioni. Siamo convinte/i che tutte le persone, a prescindere dal genere, possano trarre un reale beneficio da una società maggiormente egualitaria, costruita sul riconoscimento e la valorizzazione delle differenze. Tale società risulterebbe non solo più giusta ma anche più produttiva. Siamo convinte/i che questo vada perseguito insieme, donne e uomini, e che sia un obiettivo che riguarda entrambi i generi. Ci impegniamo a progettare e sostenere misure concrete e condivise che contribuiscano a migliorare la società e a portare reali benefici alle generazioni future a partire da un miglioramento della qualità della vita nelle città che amministriamo”. La delibera è stata approvata oggi, giorno dall’alto valore simbolico, dedicato alla battaglia per l’eliminazione della violenza contro le donne.

Comune di Scicli