Tour de force per il Consiglio comunale di Scicli, tre sedute in una settimana

Ieri sera si è discusso sulla inagibilità dell'impianto "Ciccio Scapellato"

-Pubblicità-

SCICLI – Il Consiglio comunale chiamato a un tour de force, con tre sedute nell’arco di una settimana. Ieri sera le porte dell’aula consiliare sono state aperte per dibattere un solo punto all’ordine del giorno: “L’agibilità dello stadio Ciccio Scapellato”. E’ stato un Consiglio aperto, sulle tribune dell’aula c’erano i rappresentanti delle società calcistiche Atletico Scicli e Per Scicli. E’ stata una seduta utile solo a fare il punto sulla situazione dell’impianto che attende il visto per giocare le partite con la presenza del pubblico. E’ stato il consigliere comunale Mario Marino a esporre all’amministrazione il problema “Ciccio Scapellato”; la seduta è stata richiesta da un 1/5 dei consiglieri comunali. Il sindaco Enzo Giannone si è lamentato del fatto che la seduta specifica sull’inagibilità dell’impianto poteva essere evitata inserendo l’argomento nell’ordine del giorno della seduta di domani mattina. Al di là di ciò il primo cittadino ha detto che il Comune sta facendo il proprio lavoro per aprire al pubblico la struttura. Ieri sera è emerso che l’apertura non dipende dal Comune ma da organi superiori: Questura  e Commissione pubblici spettacoli. Difficilmente daranno il visto per l’agibilità completa fin quando all’esterno ci saranno i lavori di ammodernamento di piazzale delle Olimpiadi, via Ferraris e via Tiepolo. Domani mattina si torna in aula, si comincia alle ore 10 con 8 punti all’ordine del giorno, costituiti da interrogazioni e interpellanze. Di particolare rilievo l’ordine del giorno presentato da diversi consiglieri comunali sullo “scioglimento del consiglio comunale di Scicli del 2015” e il recupero e la salvaguardia dell’ex fornace Penna. La terza seduta consiliare è stata convocata per martedì 3 dicembre alle ore 18. All’ordine del giorno il “Piano di Riequilibrio Finanziario Pluriennale”.