Il sindaco Enzo Giannone ‘giocherà’ la carta del quinto assessore

Tutto pronto per il ‘rimpasto’ della Giunta comunale

Nella foto Enzo Giannone
-Pubblicità-

SCICLI – Vive giorni di particolare effervescenza l’ambiente politico locale. All’interno dell’area di centrosinistra va definendosi sempre più il nuovo progetto “civico, democratico e progressista” (Start, Scicli Bene Comune, Laboratorio Scicli, Città Aperta e il consigliere Cluadio Caruso) pronto a dare sostegno al sindaco Enzo Giannone, supportandolo nella sua azione amministrativa e ridandogli quella maggioranza in Consiglio comunale perduta mesi fa. Per dare maggior peso al nuovo scenario politico, il primo cittadino si prepara a un rimpasto della sua Giunta, iniziando, probabilmente, a rimpiere la casella del quinto assessore (pare che sarà individuato all’interno di SBC). Nel frattempo in una nota il sindaco Enzo Giannone è intervenuto per la prima volta sul nuovo assetto politico, definendolo come l’inizio di “una nuova stagione del riformismo e del civismo democratico a Scicli. “Si è conclusa ieri sera –afferma il primo cittadino- la discussione lunga, articolata, profonda e appassionata, attraverso cui movimenti, partiti, espressioni civiche (tutte appartenenti all’area del riformismo di sinistra e del civismo democratico di Scicli) hanno voluto riprendere il filo di un dialogo politico necessario e non più rinviabile, per riportare nella nostra città, dopo il vulnus dello scioglimento del consiglio comunale del 2015 e le nuove elezioni di fine 2016, non solo la normale vita amministrativa, ma anche la normale vita politica. Il recuperato sentire comune, -aggiunge il sindaco Giannone- che trova incarnazione istituzionale al momento in dieci consiglieri comunali rappresentanti di Start, Scicli Bene Comune, Laboratorio Scicli, Città Aperta e PD, sarà il cemento su cui costruire, con rinnovato fervore ed impegno, un progetto comune, radicato e nuovo allo stesso tempo, tendente ad affrontare le grandi questioni dell’oggi per proiettarsi nello sviluppo del domani. Pensiamo e auspichiamo di aver rimesso in moto la politica intesa come strumento di partecipazione e condivisione, a partire da alcuni temi fondamentali per la comunità, quali sono la nuova pianificazione del territorio, le politiche di bilancio, una nuova stagione di opere pubbliche, la tutela dell’ambiente, politiche sociali attente ai bisogni, con una particolare attenzione alle aspettative delle nuove generazioni. Con l’assoluta coerenza ed onestà intellettuale che mi contraddistingue –prosegue Giannone- ho chiesto a tutti i soggetti politici coinvolti di voler fornire al sindaco, entro cinque giorni, le risorse umane disponibili, affinché il Sindaco, in tempi altrettanto celeri, possa dar vita ad un riordino dell’assetto di governo della città, portando così a compimento, anche sotto il profilo della definizione dei ruoli e dell’assunzione di responsabilità, il percorso politico finora avviato da parte di tutti i soggetti coinvolti, assumendo lo stesso sindaco la funzione di garante istituzionale e politico nei confronti dei cittadini”. Intanto il sindaco Giannone, i dieci consiglieri comunali e le forze politiche terranno, lunedì mattina alle ore 10.30, una conferenza stampa nell’ufficio dei Consiglieri comunali a palazzo di città.