Scicli ha i suoi “Portatori di Gioia”

La nuova associazione formata da coloro che la domenica di Pasqua portano a spalla e in trionfo per la città il simulacro del Cristo Risorto

Foto repertorio
-Pubblicità-

SCICLI – Nasce a Scicli l’associazione “Portatori di Gioia”. Come è facile intuire dal nome stesso, il nuovo sodalizio è formato da coloro che la domenica di Pasqua portano a spalla e in trionfo per la città il simulacro del Cristo Risorto. L’iniziativa è di un gruppo di amici che, accomunati dalla stessa passione, ovvero “essere portatori del Gioia”, ha deciso di dare vita all’associazione. A essere eletto presidente del sodalizio “Portatori di Gioia” è Giuseppe Zisa.

L’associazione –spiega Zisa- è nata ufficialmente, dopo dialoghi, intendimenti e riflessioni da parte di coloro che annualmente si sono trovati sotto la statua del Cristo Risorto per la cosiddetta ‘spallata’. Il nome ‘Portatori di Gioia’, scelto da questo gruppo di amici, raggruppa in sé il principio ispiratore della collaborazione e della solidarietà che da sempre ha stimolato il gruppo. L’idea cardine -prosegue Zisa- va dalla operatività sociale a quella della formazione culturale del portatore del Cristo Risorto. L’ambito particolare di azione della nuova associazione è quello della valorizzazione della festa, attraverso iniziative di tipo culturale come convegni, mostre fotografiche e iniziative varie mirate a migliorare lo svolgimento della festa e la sua conoscenza, entro e fuori del territorio di Scicli, come momento di preghiera e di gioiosa vita sociale.

Dal punto di vista pratico –conclude Zisa- l’associazione mira soprattutto a far sì che la traslazione della Statua del Cristo Risorto avvenga con spirito di responsabilità garantito dall’impegno spirituale, morale e fisico al quale tutti i partecipanti dell’associazione debbono uniformarsi ed ispirarsi”.