Scicli: iniziata la ‘missione’ dell’assessore Bruno Mirabella

Nei giorni scorsi sono state bonificate diverse micro discariche abusive presenti nel territorio comunale

513
-Pubblicità-

SCICLI – Scattata la ‘missione’ dell’assessore all’Ecologia Bruno Mirabella. Ora tocca a lui l’arduo compito di rilanciare l’intero comparto rifiuti a Scicli, attualmente in sofferenza e attanagliato dal fenomeno delle discariche abusive e dalla mancata o non corretta raccolta differenziata. L’assessore Mirabella intende dare una rapida scossa e si è subito rimboccato le maniche, dando seguito ad azioni concerete. Nei giorni scorsi, infatti, sono state effettuate diverse operazioni di pulizia di micro discariche abusive, presenti nelle borgate e nelle campagne della città. Tra i siti oggetto di conferimento illecito di rifiuti appena bonificati quello di via Ferro di Cavallo, in contrada Arizza, e quello presente nella zona adiacente al parcheggio a Cava d’Aliga.
Fare la raccolta differenziata –afferma l’assessore Mirabella- è un obbligo e pulire le discariche abusive costa a tutta la collettività. Chi abbandona i rifiuti fa pagare a tutti. Adesso iniziamo con le sanzioni. L’abbandono di rifiuti è un reato punibile per legge e invito a chi abita nelle zone dove si effettua la raccolta differenziata porta a porta –prosegue Mirabella- a non trasportare assolutamente rifiuti fuori città. Chi non differenzia sarà multato. Le sanzioni scatteranno anche per i cittadini che non apposteranno per giorni il differenziato davanti alla propria abitazione. Noi cittadini non possiamo tirarci indietro –conclude Mirabella- ma siamo tutti chiamati a contribuire per dare finalmente una svolta definitiva alla questione rifiuti e soprattutto per tutelare l’ambiente e il nostro territorio”.