Emergenza coronavirus: “Bene la sanificazione ma c’è ancora altro da fare”

La Lega Scicli chiede di più

-Pubblicità-

SCICLI – La scorsa notte è stata effettuata la prima parte della disinfestazione e sanificazione della città, intervento programmato dal Comune per prevenire il rischio di contagio e diffusione del Covid-19. Di questo la Lega Scicli, in una nota, si dichiara soddisfatta ma chiede anche nuove misure, con il potenziano di quelle già esistenti, per tutelare e agevolare ulteriormente i cittadini, a partire dai controlli.In questo periodo, soprattutto nelle ore notturne, –afferma a tal proposito il commissario cittadino della Lega, Pierluigi Aquilinoappare evidente il rischio di possibili furti nelle abitazioni di campagna e di villeggiatura. Di conseguenza, data anche la forte preoccupazione di molti concittadini che sono impossibilitati a muoversi, riteniamo opportuno appellarci alle autorità competenti, che sebbene oberate da lavoro, stanno svolgendo un importante servizio per la comunità, affinché possano individuare ulteriori modalità per intensificare la presenza nelle campagne e nelle borgate durante le ore notturne”.

Nella foto Pierluigi Aquilino

Il partito leghista rilancia anche la proposta di sospendere le strisce blu, avanzata nei giorni scorsi. “Sia a Ragusa che a Modica, -afferma Aquilino- per allieviare i disagi dei residenti e degli automobilisti che si spostano per necessità, tale sospensione è stata già decisa dai rispettivi Sindaci. Chiediamo al Sindaco di Scicli di attenzionare tali provvedimenti e valutarne la fattibilità per la nostra città”. Altra richiesta avanzata dalla Lega Scicli al primo cittadino riguarda la “riduzione dell’orario di apertura degli esercizi commerciali non essenziali, esclusi ovviamente supermercati e farmacie, per un ulteriore e decisa azione di limitazione degli spostamenti. Questa facoltà –aggiunge Aquilino- è stata riconosciuta dal Governatore Musumeci ai Sindaci, al fine di ridurre ulteriormente il movimento delle persone nel corso della giornata e tutelare gli esercenti da un potenziale rischio per la propria salute”. La Lega Scicli spiega che “tutte le proposte sono state e sono sempre avanzate con spirito esclusivamente propositivo, a dispetto di altri che in questa drammatica emergenza nazionale preferiscono urlare o fare dibattito politico su innocue e concrete proposte. Proposte che negli ultimi dieci giorni –conclude Aquilino- abbiamo più volte avanzato, toccando svariati ambiti (fisco, sostegno alle imprese, sanificazione, sospensione strisce blu ecc…), poiché sollecitati da numerosi cittadini e categorie produttive di Scicli e delle borgate”.