Emergenza covid-19: “Il Comune paghi gli affitti delle famiglie in difficoltà”

La Lega Scicli vuole anche che si garantiscano le mascherine alle persone a rischio contagio

-Pubblicità-

SCICLI – Prime misure adottate nei giorni scorsi dal Comune di Scicli a sostegno dei cittadini maggiormente colpiti dalla crisi economica, derivata dall’emergenza covid-19. Oltre ai buoni spesa previsti dal piano solidarietà alimentare, attuato dai Servizi sociali, la Lega Scicli propone all’Ente Locale di farsi carico pure del pagamento degli affitti delle famiglie in difficoltà. “Così come è stato fatto nella vicina Modica, -scrive la Lega- anche il Comune di Scicli, previa attenta valutazione tecnica circa la fattibilità finanziaria, potrebbe dare un sostegno alle famiglie impossibilitate a pagare il canone di locazione, ciò che comunemente viene definito affitto”. Il partito leghista ricorda che “per quanto attiene ai costi, l’ultimo Dpcm ha stanziato risorse aggiuntive ricomprese nel fondo di solidarietà dei Comuni” e chiede all’amministrazione comunale se “in merito al finanziamento spettante a Scicli, sussista la possibilità di individuare una somma da destinare a quelle famiglie che non hanno modo di garantire il pagamento del canone di affitto a causa della sensibile riduzione del reddito familiare”. A questa proposta la Lega Scicli ne affianca un’altra, già formulata nelle scorse settimane dal movimento Giovani. “Chiediamo nuovamente alla Protezione civile comunale e all’Ente locale –riporta il documento- se sono provvisti di mascherine e in quale quantità, nonché se sussista la possibilità di acquisirle tramite una parte delle risorse destinate dalla Regione e dallo Stato, al fine di destinare ai concittadini più esposti al rischio contagio: anziani, immunodepressi, disabili e malati oncologici”.