Scicli, arrivano soldi per il Convento della Croce e Castelluccio

4 milioni e 200 mila euro, “La Lega in prima linea per Scicli”

-Pubblicità-

SCICLI – Quattro milioni e 200mila euro destinati a Scicli per il restauro, la riqualificazione e la valorizzazione del Convento della Croce e del sito di Castelluccio (“u castiddazzu”). Si tratta di un finanziamento che l’assessorato regionale ai Beni Culturali ha stanziato per la nostra città, perla del Barocco e ricca di numerose bellezze architettoniche e paesaggistiche. La sezione di Scicli della Lega, tramite il commissario cittadino Pierluigi Aquilino, plaude all’ass. regionale Alberto Samonà, al quale vanno i migliori auguri per il nuovo incarico, ed all’on. Orazio Ragusa, che per anni si è speso incessantemente per l’ex Convento della Croce. Infatti, risale allo scorso 4 marzo l’annuncio del deputato Ragusa circa l’ammissione a finanziamento di questi due siti. Ieri l’annuncio della concessione del finanziamento regionale. Si tratta di un grande risultato, frutto della sinergia tra i vari attori istituzionali in campo, per Scicli, a testimonianza della buona politica che la Lega è in grado di mettere in campo con i propri rappresentanti ad ogni livello. Il tutto a dispetto di coloro che, mossi da pregiudizio politico, sentenziano sul nostro partito, che alle parole di odio risponde con azioni concrete per il bene della nostra terra. Altra importante ricchezza del nostro territorio sulla quale si concentreranno gli sforzi per una valorizzazione di ampio respiro sarà il sito rupestre di Chiafura, che dovrebbe diventare la porta d’ingresso per il turismo nel Sud-Est della Sicilia. Il finanziamento giunto dalla Regione per Scicli rappresenta una grande notizia per due motivi: in primis, in questa difficile situazione economica, avere la possibilità di svolgere due importanti interventi di riqualificazione e restauro non può che rappresentare una boccata d’ossigeno per l’economia cittadina; in secundis, tale finanziamento ha una finalità “meramente culturale”, se così possiamo definirla, ovvero il restauro del prezioso Convento, parte integrante di una crescente domanda turistico-culturale e dello skyline cittadino, nonchè la riqualificazione di un’area naturalistica dalla forte valenza ambientale ed architettonica, che va dalla Croce sino a San Matteo, nella cui area si trova il “Castello Tre Cantoni”. La Sezione di Scicli della Lega aveva, non ora ma già a fine Aprile, avanzato una serie di proposte in ambito turistico e culturale per rivitalizzare questo importante settore dell’economia cittadina in vista della Fase 2. Ora che siamo in piena Fase 2 riteniamo ulteriormente importante porre al centro del dibattito pubblico una programmazione turistica cittadina a lungo termine, tenendo in considerazione anche le contrade e le borgate e non puntando solo sul centro storico. Programmare, fare rete (promozionale) con gli altri comuni iblei e studiare incentivi per attrarre turisti ed investitori in grado di contribuire al rilancio post-Covid dell’economia cittadina. La Lega, attraverso i propri esponenti sul territorio, continuerà ad essere al servizio di Scicli, delle borgate e delle contrade con buonsenso e voglia di fare, proponendo sempre soluzioni concrete.

Pierluigi Aquilino – Commissario Cittadino Lega Scicli