Scicli: l’incanto melodico dell’antico organo a canne di Santa Maria La Nova

Concerto del maestro Marcello Giordano Pellegrino

-Pubblicità-

SCICLI – L’antico organo a canne della chiesa di Santa Maria La Nova è tornato a incantare con le sue melodie. Ieri sera concerto tenuto dal maestro Marcello Giordano Pellegrino nel santuario di S.M. La Nova. E’ stato un evento organizzato nei dettagli dal Club per l’Unesco di Scicli e dalla Pro Loco di Scicli in sinergia con il maestro Pellegrino. Presente al concerto l’illustre organaro e costruttore d’organi a canne Antonio Bovelacci erede diretto della famosa, storica e prestigiosa ditta Polizzi. Il maestro Bovelacci ha guidato il pubblico presente alla conoscenza e complessità di suonare un organo a canne come quello del Santuario costruito nel 1893. “Gli organi a canne -ha detto ieri sera Bovelacci- sono strumenti complessi ma di grande pregio che bisogna tutelare e valorizzare”. Questo importante e inedito progetto, che vedrà anche la collaborazione attiva delle due realtà associative Pro Loco/Club per l’Unesco in sinergia con i maestri maestri Bovelacci e Pellegrino, tende a creare a Scicli una vera e propria città degli organi a canne (in città sono presenti sette strumenti).