Scicli, pulizia di spiagge e di litorali: Legambiente “Kiafura” in prima linea

Prosegue l’iniziativa “Puliamo il Mondo summer edition”

-Pubblicità-

SCICLI – Estate in prima linea anche quest’anno per il circolo Legambiente “Kiafura” Scicli che, insieme ad altre associazione del territorio, ha avviato ciclo di pulizie di spiagge e litorali, nell’ambito dell’iniziativa “Puliamo il mondo summer edition”. L’inizio è stato sabato 13 giugno con la spiaggia di Micenci a Donnalucata per poi proseguire sabato 27 giugno con l’arenile di ‘Spinasanta’. Questa domenica (12 luglio) alle ore 9 toccherà alla spiaggia di Bruca che, in collaborazione con i componenti del “Comitato di quartiere”, sarà pulita dai volontari. L’altro appuntamento, promosso da Legambiente Scicli e in collaborazione con l’associazione “Cava D’Aliga d’amare”, è invece per domenica 2 agosto alle ore 19 al Parco extraurbano di Costa di Carro con un “Walk and Clean” al chiaro di luna piena.

Nella foto Alessia Gambuzza

Le nostre spiagge libere –dichiara il presidente del circolo Legambiente “Kiafura Scicli, Alessia Gambuzza- sono un bene comune e come cittadini responsabili vogliamo dare il nostro contributo per tenerle pulite e in odine. Senza pensare di sostituirci alle istituzioni, riteniamo che l’esempio dato dai cittadini di buona volontà possa essere contagioso per trasmettere principi di educazione ambientale e rispetto delle regole di civiltà. Regole che in questo caso si traducono nel non sporcare e nell’applicare la raccolta differenziata sulle spiagge, e anche con riferimento al provvedimento regionale Plastic free che riguarda i titolari delle concessioni demaniali e i Comuni che debbono farle rispettare. ‘Puliamo il Mondo Summer Edition’, si svolge inoltre –prosegue Gambuzza- con il coinvolgimento dei migranti ospiti nei centri di accoglienza del territorio che, con Legambiente capofila, partecipano al progetto europeo Involve, per realizzare modelli di inclusione tra popolazione locale e migranti attraverso percorsi di volontariato ambientale e culturale. Un ringraziamento va all’amministrazione comunale per il supporto all’iniziativa”.

Non solo pulizia degli arenili ma Legambiente Scicli ha effettuato anche il monitoraggio “Beach litter” sulla spiaggia di Micenci, un’indagine che rileva la quantità e la distribuzione dei rifiuti lungo gli arenili.Si tratta di un valido strumento –spiega Gambuzza- per tenere sotto lo stato di salute delle nostre spiagge libere, specialmente dopo mesi di mancata pulizia ma anche per verificare un primo impatto che l’emergenza sanitaria in corso ha avuto (e avrà) sull’ambiente, considerata la dispersione di mascherine e guanti che abbiamo già rilevato e denunciato. I dati raccolti –conclude Gambuzza- sono stati poi trasmessi all’ufficio scientifico nazionale di Legambiente che analizza ed elabora i dati provenienti dai monitoraggi di tutta Italia”.