Rifiuti e tutela del territorio, incontro tra la Lega e l’assessore Mirabella

“Confronto schietto e produttivo. Segnalate criticità e ricevute rassicurazioni"

-Pubblicità-

SCICLI – Incontro al Comune tra la Lega Scicli e l’Assessore all’Ecologia e Tributi, Bruno Mirabella, su rifiuti e tutela del territorio. Confronto definito da entrambe le parti produttivo. Segnalate criticità e ricevute rassicurazioni sugli interventi che verranno messi in campo dal Comune. La delegazione della Lega era composta da: Enzo Giannone, Consigliere comunale, che ha posto l’attenzione sulle discariche abusive presenti nelle contrade, sul futuro Centro Comunale di raccolta rifiuti e sulla funzionalità del depuratore; Pierluigi Aquilino, commissario cittadino del partito, che ha incentrato il suo intervento sulla necessità di valorizzare la zona artigianale di Zagarone, ormai anche principale area per lo sport libero in città; Matteo Giannì, responsabile comunicazione Lega Scicli, che è intervenuto sui tempi di rimozione dei cassonetti dei rifiuti e sulla nuova fase della raccolta differenziata nelle borgate. L’assessore Mirabellla, verso cui è stato espresso apprezzamento per la forte presenza sul territorio, ha fornito importanti rassicurazioni, soprattutto per quanto riguarda la corretta funzionalità del depuratore di Palmentella, a seguito anche di alcune criticità riscontrate sulla costa. Si è anche parlato della rimodulazione delle tariffe Tari e Servizio Idrico. La Lega ha detto di condividere la necessità di potenziare i controlli ma crede in un fisco amico. “Noi siamo convinti –si legge in una nota della Lega- che le attività commerciali, artigianali e agricole dovrebbero conferire a proprie spese, facendo contratti privati con le ditte specializzate del settore. Questo sistema garantirebbe un risparmio non indifferente per il Comune, in quanto l’Ente sarebbe tenuto ad occuparsi delle sole utenze domestiche e dello spazzamento. Allo stesso tempo, le imprese sarebbero sgravate dalle imposte e pagherebbero solo per quello che conferiscono. Ragusa e Modica sono riuscite a sviluppare una produttiva raccolta differenziata grazie e soprattutto allo schema appena illustrato. Ovviamente, non possiamo dimenticare l’importanza di un’adeguata campagna di sensibilizzazione e comunicazione a misura del cittadino, accompagnata da una repressiva attività di controllo per la tutela del territorio. Infatti, persistono numerose discariche abusive, sulle quali l’assessore Mirabella ci ha rassicurati circa l’arrivo di ulteriori telecamere per videosorvegliare aree soggette a stoccaggi illeciti, oltre al potenziamento dei controlli tramite la Polizia Locale. Per quanto attiene al Servizio Idrico, condividiamo la politica di incremento dei controlli per individuare le perdite e gli eventuali allacci abusivi. Ricordiamo che la dispersione idrica, sulla base di un’analisi fatta nel 2018 sulle utenze erogate e fatturate, è di oltre il 65%. Ciò non può che essere fonte -conclude la nota della Lega- di enorme disagio, a fronte anche delle tasse pagate dai cittadini. La Lega Scicli, movimento sul territorio e per il territorio, continuerà con il dialogo, le proposte ed il senso di responsabilità ad essere una voce libera a servizio di Scicli e degli sciclitani”.