Scicli, la “Croce” è aperta al pubblico

“Un grande risultato per la città”

-Pubblicità-

SCICLI – L’ex convento della Croce da ieri è aperto al pubblico, tutti i giorni, secondo le modalità e gli orari comunicati nei giorni precedenti sui social dal Parco Archeologico di Kamarina e Cava d’Ispica. Il commissario cittadino della Lega, Pierluigi Aquilino, ringrazia quanti si sono prodigati “per ottenere questo storico risultato per la città. In questo senso -precisa Aquilino-, è stato di fondamentale importanza il ruolo svolto dall’assessore Regionale ai Beni Culturali, il leghista Alberto Samoná. Infatti, l’assessore, durante la sua recente visita sul posto, accompagnato dagli onorevoli Nino Minardo e Orazio Ragusa, aveva espresso chiaramente l’intenzione di ridare funzionalità al Convento, in un’ottica anche di recupero dell’intera area che ricomprende il bellissimo aggrottato di Chiafura. Dalle parole si è passati ai fatti, a dimostrazione della concretezza che contraddistingue la Lega ed i suoi esponenti al governo. Lo stesso assessore ha parlato di ‘uno straordinario balcone che si affaccia sul sito rupestre di Chiafura’“.

Nella foto Pierluigi Aquilino

La Lega, oltre a ringraziare l’Assessore Regionale sottolinea il costante e prezioso lavoro pregresso ed attuale degli onorevoli Ragusa e Minardo che hanno svolto e stanno svolgendo sia per l’ex Convento della Croce sia per le altre straordinarie ricchezze culturali ed archeologiche che possiede il territorio sciclitano. “Tale ringraziamento lo estendiamo anche al Direttore del Parco Archeologico di Kamarina e Cava d’Ispica, Arch. Domenico Buzzone. La Lega continuerà con buonsenso -conclude Aquilino- ad essere in prima linea per i beni culturali e paesaggistici del nostro territorio, oltre a proseguire il proprio ruolo di voce concreta a tutela degli sciclitani perbene e di buona volontà”.