La Regione siciliana finanzia “Scicli Teatro di Scrittura”

Il progetto ha ottenuto il terzo punteggio in Sicilia

-Pubblicità-

SCICLI – Il progetto di residenza letteraria, intitolato “Scicli, Teatro di Scrittura” e ideato dal settore Cultura Turismo e Unesco del Comune di Sciclifinisce terzo classificato in Sicilia (con 94 punti su 100) nel bando della Regione siciliana. Tre scrittori, altrettanti romanzi.Tre scrittori di fama saranno ospiti a Scicli in autunno. È il progetto della giunta Giannone che vedrà come partner le associazioni culturali del territorio. Il progetto consentirà agli scrittori invitati, attraverso la creazione di una ‘residenza d’autore’, di soggiornare in città per scrivere un’opera letteraria ambientata a Scicli”. Lo scrivono in una nota il sindaco Enzo Giannone, l’assessore alla cultura Caterina Riccotti e l’assessore al turismo Emilia Arrabito. “Gli scrittori avranno la possibilità –prosegue la nota- d’immergersi nella realtà sociale e culturale della città tardo barocca, patrimonio dell’Unesco, per intingere la loro penna nella temperie storica e antropologica della città e renderne poi testimonianza attraverso la stesura di uno scritto, che sarà richiesto loro al termine del Tour, sulla falsariga dei viaggi goethiani del 700”.
Il progetto è stato redatto dall’ufficio Cultura Turismo e Unesco del Comune. I tre scrittori di fama dovranno vivere a Scicli, entrare in contatto con la sua gente, indagarne gli usi e i costumi della tradizione, scovare le realtà paesaggistiche, quindi stringere un rapporto genuino e profondo con il territorio e nello stesso tempo renderne i tratti originali attraverso la scrittura.

Nella foto il sindaco Enzo Giannone

Sfruttando le potenzialità dell’arte letteraria, le personalità invitate -aggiunge il sindaco Giannone- collaboreranno a rafforzare nell’immaginario collettivo, nazionale ed internazionale, l’idea di Scicli come ‘destinazione mitica’. Dopo la identificazione con la Vigata del Commissario Montalbano, di cui sono noti il successo mediatico e le importanti conseguenze che ha generato, sia sul piano culturale che economico, Scicli, le sue chiese, i suoi monumenti, i suoi giacimenti culturali, diventeranno location di tre romanzi”. Lo scritto dovrà infatti essere ambientato a Scicli (è richiesto che tutti i toponimi siano veritieri e riferibili al territorio), e potrà essere un romanzo, un racconto, un giallo o una piece teatrale, in forma realistica o fantastica. Gli autori si dovranno ispirare a siti culturali, chiese, monumenti, conventi, elementi del patrimonio etnoantropologico e delle tradizioni, anche religiose, della città, in generale al patrimonio culturale materiale o immateriale (le feste religiose), che invitino al viaggio di scoperta e segnalino la città come  punto di riferimento del panorama turistico-culturale siciliano.