Cava d’Aliga: perdite d’acqua, zone buie e rifiuti sulla strada. Ma il Comune dov’è?

I residenti delle vie Frine, Teracati e Giasone sono molto arrabbiati per l'immobilismo di chi amministra la città

-Pubblicità-

SCICLI – “Ma dove sta l’assessore comunale che si occupa delle borgate di Scicli?”. Se lo chiedono i residenti di via Frine, via Teracati e Giasone, nel cuore della borgata di Cava d’Aliga.

Da tempo reclamano una serie di interventi per eliminare una copiosa perdita d’acqua in via Teracati che si riversa fino a via Frine.

“Più volte –ci racconta un portavoce dei residenti- abbiamo chiesto agli uffici competenti di intervenire. Eliminare la perdita d’acqua vuol dire dire meno costi per l’intera collettività e ridurre il rischio di scivolare, soprattutto per bambini e persone anziane”.

 

“Ci infastidisce -prosegue- molto l’immobilismo a palazzo di città. Possibile che l’assessore che ha la delega alle Borgate non conosce la situazione più volte segnalata di presenza e telefonicamente in municipio?”.

I problemi non finiscono qui, ci sono altre cose che denunciano i residenti. “I rifiuti –continua il portavoce dei residenti- non vengono raccolti con puntualità così diventano preda per cani e gatti che lacerano i sacchetti, sparpagliando sulla strada il contenuto. Siamo noi a raccogliere la spazzatura”.

Terzo problema lamentato: le zone buie in queste tre vie“Tempo fa -denunciano i residenti- nell’ambito di alcuni interventi di miglioria della rete elettrica sono stati sostituiti alcuni pali della luce. Qualcuno però non è stato sostituito, come quello all’angolo di via Giasone. Il buco è stato ricoperto da un pò di calcestruzzo e del palo nessuna notizia. Il risultato -conclude il portavoce dei residenti- è che questo incrocio di vie è rimasto al buio”.