“La città dorata” di Angelo Piccione: il cortometraggio su Scicli selezionato da un concorso internazionale

Il giovane videomaker sciclitano partecipa al “My Rode Reel 2020”

-Pubblicità-

SCICLI – “The Golden Town”, ovvero “La città dorata”. Così Angelo Piccione presenta la sua Scicli in un mini-documentario, selezionato per partecipare a un concorso internazionale.

Il lavoro del giovane videomaker sciclitano è stato, infatti, ammesso al “My RODE Reel 2020”, il più grande e prestigioso appuntamento, dedicato ai professionisti e amatori di cinematografia di tutto il mondo.

Prima di immergersi nello studio universitario, come neo matricola, e diplomatosi con 100/100 al Liceo Artistico dell’Istituto “Galilei–Campailla” di Modica, Angelo Piccione si è voluto cimentare in questa competizione internazionale.

Il videomaker di Scicli è uno dei due partecipanti a rappresentare l’Italia nella categoria “documentari”.

E’ stato difficile -commenta Angelo Piccione- sintetizzare in soli tre minuti, come richiesto dal regolamento, secoli di storia di Scicli nei vari aspetti storici, culturali, architettonici, religiosi, culinari e dovere scegliere tra tante straordinarie realtà produttive presenti nella città stessa dove spicca la laboriosità e genialità del popolo sciclitano”.

Piccione spiega la scelta del titolo del suo cortometraggio. “Con ’The Golden Town’ ho voluto presentare fin dall’inizio una delle particolarità della città, ovvero i palazzi nobiliari e le chiese del centro storico di Scicli che, costruiti con pietra locale, assumono, in certe ore del giorno, una colorazione dorata che rende Scicli straordinariamente bella, anzi, ‘la città più bella del mondo’ come la definì Elio Vittorini”.

Spero –continua di avere fatto conoscere alcuni aspetti della città, Patrimonio Unesco, non solamente alla produzione australiana ideatrice e realizzatrice del concorso ma anche ai partecipanti delle varie categorie provenienti da tante nazioni, professionisti e appassionati di short film”.

Incrocio le dita –aggiunge Piccione- per il risultato finale della competizione previsto per il prossimo mese di novembre”.

Ringrazio –ha concluso- il Sindaco e l’amministrazione comunale, per il patrocino accordatomi, e gli sponsor che mi hanno aiutato a sostenere parte delle spese vive per la realizzazione del documentario; in particolare la Casa Vacanze Covo dei Marinai, Candiano Cremeria, Prosit Sicilian Bistrot, Gioie & Gioielli, Lucio e Paolo Amatore e un grazie di cuore desidero ancora rivolgere al Sig. Migliore, dell’omonima falegnameria e tornitorìa, riferimento per generazioni nella costruzione e commercializzazione della trottola locale, ovvero ‘u truppiettu’, e carrettini siciliani in miniatura nonché Andrea Giannone Pasticceria, Mercato del Fiore di Ignazio Guarino SrL, Società Agricola Piano Conti dei F.lli Galanti, Ceramica Sciclitana di Magro Dario e la Dolceria Giannone (angolo Piazzetta Risorgimento), per avermi permesso di filmare i loro originalissimi prodotti”.