Calcio: al Santa Lucia-Cremisi Scicli non bastano tre gol

L’undici di Dario Mallo sconfitto sul campo del Club Sportivo Lavinaio. CAMPIONATO DI PRIMA CATEGORIA - 2a GIORNATA

-Pubblicità-

CALCIO – Prima sconfitta in campionato per il Santa Lucia-Cremisi Scicli, battuto in terra etnea dal Club Sportivo Lavinaio per 4 a 3.

Pesanti le assenze nella formazione sciclitana con il mister Dario Mallo costretto a rinunciare a Migliorino e a Sabellini, entrambi fuori per infortunio.

Numerose le occasioni create dagli sciclitani molto propositivi in attacco ma poco lucidi in fase difensiva, con qualche errore di troppo che è costato caro.

Al Santa Lucia-Cremisi Scicli va, comunque, il merito di averci creduto fino alla fine. Sempre sotto con il punteggio per gran parte della gara, gli sciclitani hanno dimostrato grande carattere e determinazione, unica nota positiva di un pomeriggio assai sfortunato.

Dopo sei minuti dal fischio d’inizio del match, il Santa Lucia-Cremisi Scicli è già costretto a rincorrere l’avversario. Uno svarione difensivo della retroguardia cremisi permette a Calì di realizzare l’1 a 0.

Lo svantaggio non disorienta gli ospiti che rimangono focalizzati sulla gara, creando importanti occasioni da gol, nel tentativo di riacciuffare il pari.

L’equilibrio viene ben presto ristabilito. Al 34’ Allibrio, al termine di una bella azione corale palla a terra, sigla l’1 a 1.

Al 37’ minuto il nuovo vantaggio del Club Sportivo Lavinaio con Barbagallo che gonfia la rete, approfittando di un errore della difesa sciclitana.

Dopo il gol subito gli ospiti non reagiscono. I locali spingono ancora e al 41’ con Barbagallo (autore di una doppietta) trovano il gol del 3 a 1.

Pesante il passivo da recuperare nella seconda frazione di gioco.

I padroni di casa al 20’ della ripresa portano a 3 i gol di vantaggio con Calì (autore di una doppietta) che firma il 4 a 1.

Il Santa Lucia-Cremisi Scicli non si fa intimidire dal risultato e prova a rendere, comunque, vita difficile agli avversari.

Nelle fasi conclusive della partita sale in cattedra Dongola, protagonista con una doppietta messa a segno in cinque minuti (40’-45’). Per gli sciclitani però è troppo tardi per cercare il gol del pari.

Si ringrazia per la collaborazione Massimo Ventura e Davide Militello.