Scicli: si attiva la didattica in presenza per gli studenti disabili

L’assessore comunale ai Servizi sociali, Caterina Riccotti: “Opportuno garantire il diritto allo studio. Tutelare le persone più fragili in periodo di emergenza sanitaria”

-Pubblicità-

SCICLI – Sarà attivata dal prossimo mercoledì 4 novembre, all’Istituto Superiore “Quintino Cataudella”, la didattica in presenza per tutti gli studenti disabili per sette ore settimanali da distribuire in tre giorni settimanali.

A comunicarlo è l’assessore comunale ai Servizi sociali, Caterina Riccotti. “E’ un passo importante per garantire il diritto allo studio, l’integrazione e per scongiurare il rischio –spiega- che a pagare il prezzo dell’emergenza sanitaria siano le persone più fragili”.

Nella foto Caterina Riccotti

Riccotti aggiunge: “Sarà possibile realizzare questa possibilità particolarmente importante per ragazzi, che non sempre riescono ad accedere alle modalità della didattica distanza, grazie alla pronta applicazione, da parte della scuola, della circolare della Presidenza della Regione Siciliana”.

La suddetta circolare, in relazione alle nuove disposizioni contenute nel D.P.C.M. del 24 ottobre 2020, -conclude Riccotti- ha attribuito facoltà ai dirigenti scolastici delle scuole superiori di attivare ogni azione per garantire i servizi scolastici agli studenti disabili, nei limiti percentuali dell’autorizzato ricorso alla didattica in presenza, ovvero massimo il 25%”.