Lo Scicli Sport Club inizia male: sconfitta ad Avola. Sciclitani senza geodetico per gli allenamenti

La rabbia del presidente Enrico Parisi: “Ci è stata negata incomprensibilmente la possibilità di giocare ad armi pari contro i nostri avversari e adesso è ora che qualcuno ci dia delle risposte”

-Pubblicità-

PALLAMANO AVOLA 29

SCICLI SPORT CLUB 25

Pallamano Avola: Izzo S. – Birrico S. (2) – Caruso D. (5) – Caruso M. – Cusi G. – De Luca S. (4) – Di Maria S. (1) – Garofalo G. (8) – Munafo’ P. – Restuccia V. (9) – Tanasi F. – Yania M. Allenatore: Luigi Rudilosso

Scicli Sport Club: Lombardo D. – Occhipinti G. – Dudija T. – Carbone M. – Ammatuna L. (2) – Donzella B. (1) – Marino B. (1) – Parisi E. (2) – Iurato F. (1) – Tabaku F. – Ciavorella G. (15) – Causarano M. (3). Allenatore: Agostino Tilotta

Arbitri: Angelo Castagnino e Luciano Manzella di Siracusa

Ammoniti: De Luca e Munafò (Avola); Iurato, Marino, Parisi e Tilotta (Scicli).

PALLAMANO – Inizia con una sconfitta il campionato regionale di Serie B per lo Scicli Sport Club, battuto in trasferta dalla Pallamano Avola con il punteggio di 29 a 25.

C’è parecchia rabbia nella società sciclitana, non dovuta alla sconfitta, ma per non aver avuto la possibilità di svolgere regolarmente le sedute di allenamento settimanali al geodetico di Jungi, con la struttura indisponibile.

Lo Scicli Sport Club, infatti, si è presentato ad Avola, per l’esordio in campionato, senza l’opportuna preparazione che precede ogni gara. L’ultimo allenamento tecnico-tattico per i giocatori biancoazzurri risale al 23 ottobre scorso.

Sulla gara c’è poco da commentare. Oggi devo solo ringraziare i miei ragazzi per la determinazione espressa in campo”, sono le parole dette a fine gara del presidente dello Scicli Sport Club, Enrico Parisi.

Quando non tocchi un pallone da 18 giorni –prosegue- non si possono chiedere i miracoli, oltretutto contro una squadra ben organizzata come quella avolese”.

Nella foto il presidente dello Scicli Sport Club Enrico Parisi

Parisi aggiunge: “Ci è stata negata incomprensibilmente la possibilità di giocare ad armi pari contro i nostri avversari e adesso è ora che qualcuno ci dia delle risposte anche perché sabato prossimo in calendario c’è a Scicli la seconda giornata di campionato e di certo non possiamo permetterci una ulteriore settimana senza allenamenti o andare non so dove in Sicilia a farci prestare un campo per giocare”.

Tornando alla gara di esordio in campionato, lo Scicli Sport Club esce sconfitto a testa alta. I ragazzi di coach Agostino Tilotta hanno cercato di fare il possibile in campo, tenendo alti i ritmi fino alla fine.

Il commento del match contro l’Avola.

Prima del fischio d’inizio, si è tenuto un momento di raccoglimento in onore dell’atleta avolese Salvo Mauceri, tragicamente scomparso a causa di un incidente stradale.

E’ la Pallamano Avola ad aprire le marcature, mettendo a segno due reti. Lo Scicli reagisce immediatamente e recupera. La gara si mantiene in un sostanziale equilibrio: al 15’ i padroni di casa conducono per 6 a 5.

Il testa a testa tra le due formazioni (8-6) si interrompe al 18’ con l’Avola che dà uno strappo alla gara, portandosi sul +6 (12-6). In queste fasi di gioco decisivi sono i continui errori dal dischetto commessi dagli sciclitani.

Per lo Scicli Sport Club è il momento di riordinare le idee. Coach Tilotta dalla panchina chiama un time-out. La pausa risulta essere efficace per i giocatori biancoazzurri, soprattutto per Ciavorella (top Scorer con ben 15 reti). Gli ospiti riescono a ridurre a due le reti di svantaggio (12-10).

Nel finale di primo tempo si rifanno sotto i padroni di casa con lo Scicli che per ben tre volte manca la rete del -1. La prima frazione di gioco si chiude con il punteggio di 14-11.

Nella ripresa si ripete il copione del primo tempo: lo Scicli non riesce a recuperare il passivo, permettendo all’Avola di mantenere due reti di vantaggio (23-21) fino a sette minuti dalla fine della gara.

La compagine sciclitana non molla e la rete messa a segno da Causarano tiene vive le speranze biancoazzurre. Ma non c’è più tempo per tentare il recupero.

Lo Scicli torna da Avola a mani vuote. Era da ben 4 stagioni che i biancoazzurri non mancavano l’appuntamento con la vittoria nella gara di apertura.