Raccolta rifiuti, Mirabella annuncia novità: presto le isole ecologiche a Scicli

Intanto cresce ancora la percentuale di raccolta differenziata: raggiunto il 44,5%

-Pubblicità-

SCICLI – “Il mese di dicembre sarà decisivo per migliorare il servizio”. L’assessore comunale all’Ecologia, Bruno Mirabella, prova ad alzare l’asticella con nuovi propositi e novità da realizzare a breve termine.

I recenti risultati fanno ben sperare in vista del 2021, anno in cui Mirabella intende portare la gestione rifiuti ai massimi livelli di efficacia ed efficienza.

Per l’assessore all’Ecologia resta fondamentale lanciare definitivamente la differenziata, una priorità per poter avanzare nella sua tabella di marcia.

Il trend degli ultimi mesi è in crescita: nella rilevazione di novembre sono stati superati i quaranta punti percentuali, con la raccolta che si attesta ora al 44,5%. Un risultato che sa di record per Mirabella, intento a puntare verso nuovi orizzonti.

Lo stesso amministratore locale ha stilato e reso nota una lista delle cose da fare, contenente anche degli interventi significativi previsti entro la fine del mese. Tra le novità spiccano su tutte le isole ecologiche.

Ne abbiamo previste tre in formato “Mini” nel territorio sciclitano –annuncia Mirabella- e saranno dotate di video sorveglianza. Serviranno a differenziare i rifiuti speciali che altrimenti andrebbero a finire nell’indifferenziato”.

Una quarta “isola” nascerà, invece, in contrada Loddieri e sarà presidiata. “Qui –prosegue l’Assessore- si potranno conferire i rifiuti tipici differenziati ed altre tipologie, come per esempio il cartongesso”.

Altra importante novità è prevista per fine anno quando “la ditta incaricata dall’SSRARO7 dovrebbe consegnare –afferma Mirabella- il Centro di Raccolta Comunale a San Biagio, finanziato dalla Regione Siciliana”.

I propositi di Mirabella non terminano qui. “Concluderemo la consegna dei carrelati alle attività produttive e proseguiremo nella distribuzione dei mastelli nelle case delle campagne e agli utenti di Donnalucata, Cava d’Aliga e Sampieri”.

Porteremo avanti –aggiunge l’assessore all’Ecologia- la costruzione dell’anagrafe TARI che collega il mastello con codice RFid all’utente”.

Nel contempo Mirabella è determinato a insistere nella lotta alle discariche abusive. “Sarà messo appunto anche il sistema di videosorveglianza mobile –spiega- che sta già producendo molti risultati in termini di sanzioni”.

Saranno rimossi anche gli ultimi cassonetti dalle zone che presto saranno servite dal servizio di raccolta “porta a porta”.

Prevista dall’Assessore anche la calendarizzazione della raccolta degli abiti usati e la distribuzione delle compostiere. A tal proposito sarà creato anche l’albo dei “compostatori”.

Nella foto Bruno Mirabella

Le recenti difficoltà avute con il ritiro dell’umido, per cui stiamo lavorando per risolverle definitivamente, -commenta Mirabella- non possono cancellare quanto di importante fatto, con senso civico e responsabilità, in questi mesi. Insisteremo ancora su questa strada per migliorare ulteriormente il servizio”.

“Tutto è reso possibile -sottolinea l’assessore- anche dal grande impegno profuso da parte degli operatori e dei dirigenti della ditta Tech che, con pazienza e disponibilità, giorno dopo giorno, vengono incontro alle esigenze dei cittadini”.

Ringrazio –conclude Mirabella- il gruppo ‘emergenza rifiuti del Comune di Scicli’ per l’ottimo lavoro svolto in termini di controllo e repressione dai funzionari del Comune e dai Vigili Urbani. Un grazie anche alle associazioni ambientaliste che continuano imperterrite nell’opera di sensibilizzazione”.