Scicli: annunciati tamponi “drive in” per tutto il periodo natalizio

Da lunedì 14 dicembre a giovedì 7 gennaio 2021, escluso il giorno di Natale, Santo Stefano e il primo dell’anno

-Pubblicità-

SCICLI – Il sindaco di Scicli, Enzo Giannone, ha annunciato la proroga dello screening preventivo Covid-19 che sarà svolto quotidianamente durante tutto il periodo natalizio.

Come nelle scorse settimane, i tamponi verranno effettuati in modalità “drive in” nel centro di Protezione civile del Comune di contrada Zagarone.

Si inizia dal prossimo lunedì 14 dicembre e si continuerà fino al 7 gennaio 2021. I test verranno sospesi nel giorno di Natale, Santo Stefano e il primo dell’anno. La postazione sarà attiva dalle ore 9 alle ore 15 (periodo 14-20 dicembre) e dalle ore 9 alle ore 12 (periodo dal 21 dicembre al 7 gennaio).

L’obiettivo –spiega il primo cittadino- è individuare preventivamente eventuali soggetti positivi ma asintomatici, porli in isolamento e fare il tracciamento delle persone in contatto con essi, al fine di diminuire il rischio di possibile ulteriore diffusione del contagio”.

Nella foto Enzo Giannone

Il Sindaco ricorda inoltre che per sottoporsi al tampone non è necessaria la prenotazione e bisogna essere muniti di tessera sanitaria e di un documento di riconoscimento. Per i minorenni i genitori dovranno dare il consenso in loco.

Lo screening preventivo di contrada Zagarone è aperto a tutta la cittadinanza, in particolare ai “fuori sede” che faranno rientro a Scicli nei prossimi giorni. Per quest’ultimi il primo cittadino invita a osservare l’ordinanza, emanata nelle ultime ore dal presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, che regolare i rientri nella Regione.

Il Governatore della Sicilia ha stabilito che da lunedì 14 dicembre e fino al 7 gennaio per arrivare in Sicilia sarà necessario esibire l’esito del tampone molecolare rino-faringeo negativo effettuato nelle ultime 48 ore.

Se la persona che fa rientro non ha potuto sottoporsi al test, ci sono diverse opzioni. Può recarsi nel drive-in appositamente dedicato per sottoporsi al tampone rapido antigenico.

In caso di esito positivo, si seguono le procedure previste per i soggetti Covid-19 positivi, con ripetizione del tampone molecolare e presa in carico da parte del Sistema sanitario regionale.

Se negativo, può recarsi al domicilio, con la raccomandazione di mantenere i dispositivi di protezione individuale, evitare contatti e sottoporsi nuovamente a tampone antigenico dopo cinque giorni.

In alternativa, si può andare presso un laboratorio autorizzato e sottoporsi al tampone molecolare, a proprie spese, con l’obbligo per la struttura stessa di darne comunicazione al dipartimento di Prevenzione dell’Asp.

Chi non segue nessuna delle precedenti procedure, come ultima ipotesi, ha l’obbligo di porsi in isolamento fiduciario per 10 giorni, presso il proprio domicilio, dandone comunicazione al proprio medico di medicina generale, al pediatra di libera scelta ovvero all’Asp di pertinenza.