Scicli: risorse del Comune, come investirle? La cittadinanza chiamata a scegliere

Nell’ambito di “Democrazia partecipata”

-Pubblicità-

SCICLI – Saranno i cittadini a stabilire, tramite una consultazione pubblica, quale delle proposte, presentate dal Comune di Scicli, sarà realizzata con il 2% dei trasferimenti regionali di parte corrente nell’annualità 2020 di “Democrazia Partecipata”.

La cittadinanza dovrà esprimere la propria preferenza, scegliendo una delle diverse opzioni elencate dall’amministrazione comunale. I progetti da finanziare sono stati suddivisi in quattro aree:

“Lavori Pubblici”: 1) accessibilità Palazzo Spadaro (ascensore esterno) e rimozione barriere architettoniche degli edifici pubblici di Via F. M. Penna.

“Sviluppo Economico e Turismo”: 1) manutenzione straordinaria bagni pubblici comunali e nuovi servizi igienici quartiere Jungi e borgate; 2) aggiornamento sito web istituzionale e posizionamento della destinazione turistica di Scicli nei motori di ricerca su Internet (indicizzazione della sede turistica).

“Spazi e Aree Verdi”: 1) piantumazione alberi; 2) realizzazione area di sgambamento cani.

“Attività Sociali, Scolastiche ed Educative, Culturali e Sportive”: 1) miglioramento fruizione impiantistica sportiva; 2) n.1 (uno) scuolabus potenziamento mezzi autoparco comunale; 3) progetto di fruizione del centro storico e del colle di San Matteo in realtà virtuale ed aumentata; 4) armadi e teche in vetro e metallo per la conservazione e fruizione del fondo antico librario.

Per scegliere tra le suddette opzioni e dunque votare è necessario scaricare il modulo dalla sezione Avvisi bandi e gare del sito del Comune di Scicli e poi inviarlo a protocollo@pec.comune.scicli.rg.it, o a protocollo@comune.scicli.rg.it, o recandosi all’ufficio protocollo del Comune. Il termine ultimo per votare è la mezzanotte del 28 dicembre.

Non si tratta della prima consultazione pubblica nell’ambito di “Democrazia partecipata”. “Delle scorse annualità –si legge in una nota del Comune- sono in corso di realizzazione il percorso tattile per ipovedenti e l’abbattimento di barriere architettoniche, relativo al tridente formato da corso Mazzini (da largo Gramsci), via Mormino Penna e via Nazionale (da piazza Italia a piazza Busacca), e la creazione della sede della Consulta giovanile”.

Di seguito il dei documenti: http://www.comune.scicli.rg.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/16119