Scicli: “prigionieri” del Bilancio nell’ultimo dell’anno

Il Consiglio comunale dopo 10 ore di seduta online approva il bilancio di previsione 2020/22. La Maggioranza spara sulla Minoranza: “Emendamenti, del tutto strumentali e inutili…”

-Pubblicità-

SCICLI – Quello iniziato ieri mattina alle 10 e conclusosi alle 8 di sera è stato uno dei Consigli comunali più lunghi degli ultimi anni. In passato era accaduto andare in aula l’ultimo dell’anno per l’approvazione dello strumento finanziario, ma ieri era tutto più complicato.

La seduta online su piattaforma è stata difficile da gestire. Spesso immagini e audio si ‘accavallano’, innervosendo parecchio i partecipanti alla seduta. Alla fine di 10 ore di collegamento il Consiglio, tra non poche polemiche, ha partorito il Documento Unico di Programmazione e lo schema di bilancio di previsione finanziaria triennale 2020/2022, con i relativi allegati.

Alle 19.53 la seduta è stata dichiarata conclusa dal presidente Danilo Demaio che ha augurato a tutti “Buon fine anno e buon inizio anno nuovo”.

La maggioranza consiliare (Rita Trovato, Claudio Caruso, Emanuele Scala, Danilo De Maio, Consuelo Pacetto, Daniele Alfano, Lorenzo Bonincontro, Guglielmo Scimonello, Maria Carmela D’Antiochia e Resi Iurato) subito dopo la seduta, in un comunicato stampa, ha lanciato strali all’indirizzo della opposizione consiliare.

Foto repertorio

La minoranza consiliare -apre il documento-, anche in questa occasione, si è dimostrata drammaticamente incapace di esercitare, nell’interesse di tutti i cittadini, il proprio ruolo di stimolo, controllo e miglioramento, degli atti posti in essere dall’amministrazione”.

Nella foto (repertorio) la consigliera comunale Rita Trovato

I dieci consiglieri della coalizione del Sindaco aggiungono: “Scegliendo di presentare un considerevole numero di emendamenti, del tutto strumentali e inutili, ha dimostrato ancora una volta, di esercitare una strategia ostruzionistica, non costruttiva e fine esclusivamente a se stessa”.

La dialettica politica, tra gli schieramenti, -si legge nel documento della maggioranza- dovrebbe mettere al centro l’interesse della comunità e non distorte strategie partitiche, o peggio ancora personali, prive di obiettivi e di visione civica”.

Il movimento Cittadini per Scicli nella dichiarazione di voto ha spiegato i motivi della contrarietà allo strumento finanziario.

I nostri sforzi diretti alla salvaguardia degli equilibri di bilancio ed alla tutela della buona amministrazione -ha detto il consigliere Giorgio Vindigni-, sono stati vanificati da una ‘maggioranza bulgara’ che, senza badare alla ‘sostanza’ degli emendamenti proposti, ha disatteso ogni suggerimento preoccupandosi solo ed esclusivamente di approvare un bilancio posto in equilibrio”.

Nella foto i Consiglieri comunali di ‘Cittadini per Scicli’ Licia Mirabella e Giorgio Vindigni

Cittadini per Scicli, non può che non esprimere la più convinta contrarietà all’approvazione dell’odierno strumento finanziario che, di fatto, -riporta il documento- si traduce in un puro e dannoso esercizio tecnico e numerico a sostegno di una politica fatta solo di a ‘apparenza’ e ‘pressapochismo’. Da questo tipo di politica, Cittadini per Scicli prende apertamente e nettamente le distanze”.

Un Consiglio totalmente irrituale. Bocciati senza motivo i nostri emendamenti”. La Lega di Scicli si mostra molto infastidita e in un documento firmato dal segretario provinciale Salvo Mallia e dal Consigliere comunale Enzo Giannone evidenzia che: “Tempistiche e modus operandi assolutamente incunsueti che rendono impossibile esercitare un voto sereno”.

Il partito leghista interviene con decisione “sull’ennesima dimostrazione di insofferenza dell’Amministrazione di Scicli verso la normalità istituzionale, oramai utopistica. Non è la prima volta, si pensi al Rendiconto, che l’Amministrazione porta in Consiglio un documento finanziario nell’ultimo giorno utile, non permettendo al Consiglio comunale, riunito su Zoom, di votare serenamente, previo un esaustivo approfondimento”.

Nella foto il consigliere comunale Enzo Giannone

“Un Civico Consesso -prosegue la Lega- che è stato segnato anche da un comportamento irrituale, da parte della Presidenza del Consiglio, nei confronti di uno dei Consiglieri di opposizione, il cui audio è stato immotivatamente scollegato per una questione, a nostro avviso infondata, di tempi”.

Nonostante le condizioni nelle quali è stato messo, abbiamo presentato dieci emendamenti al Previsionale, -aggiunge il partito leghista- nel solco di quella propositività e concretezza che contraddistinguono il nostro partito”.

La Lega Scicli conclude: “Come ebbe a dire un apprezzato Statista della Prima Repubblica: ‘A pensare male degli altri si fa peccato, ma spesso si indovina’. Questo è il caso dell’Amministrazione di Scicli nella seduta di ieri”.